rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Eventi Centro

“Rosada!" A Udine tavola rotonda e spettacolo, in replica a Tolmezzo

Domenica 4 dicembre al Teatro Palamostre di UdineUna tavola rotonda anticipa lo spettacoloIn replica mercoledì 7 dicembre al Candoni di Tolmezzo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il nuovo spettacolo della Seconda Stagione del Teatri Stabil Furlan (Tsf) segna il terzo capitolo della trilogia che l’ente di produzione teatrale dedica a Pier Paolo Pasolini. Dopo le applauditissime opere “La Morteane. Part dal Fantat” e “Se vivrò, dovrò pure tornare”, che hanno registrato una consistente crescita di pubblico appassionato al teatro professionale in marilenghe, domenica 4 dicembre alle ore 20.45 al Teatro Palamostre di Udine andrà in scena “Rosada!”. Un’opera che ha ricevuto grandi apprezzamenti già al suo debutto a Mittelfest, una pièce in lingua italiana e friulana che utilizza in chiave inedita i linguaggi del teatro e della musica per raccontare l’esperienza poetica ed esistenziale del Pasolini friulano. L’evento sarà anticipato da una tavola rotonda ad ingresso libero, alle ore 17.30 sempre al Teatro Palamostre, un incontro aperto a tutti interessato a condividere esperienze e riflessioni con i protagonisti della produzione ed altri esperti: Flavio Santi, scrittore, traduttore e docente universitario, Gabriele Zanello, docente di Letteratura friulana all’Università di Udine, Elsa Martin, cantante e compositrice e Lorenzo Zanon, Presidente del Teatri Stabil Furlan. La discussione sarà moderata da Massimo Somaglino. È questa una nuova prerogativa del Tsf, quella cioè di aprire dei dibattitti partecipati sul teatro e la produzione artistica e culturale in friulano, ispirati dalla stessa esperienza che il celebrato Pasolini inaugurava in Friuli con la sua Academiuta e in larga visione con la sua opera intellettuale. Lo spettacolo “Rosada!”, prodotto dal Tsf insieme a Mittelfest e ARLeF, nasce da un’idea di Caraboa Teatro, la drammaturgia e la regia sono firmate da Gioia Battista e vede sulla scena l’attore Nicola Ciaffoni nel ruolo di un professore appassionato a raccontare sotto varie prospettive la vicenda friulana del poeta di Casarsa. Con lui la cantante e performer Elsa Martin, voce e anima delle liriche ispirate dal verbo del poeta nella parlata di Casarsa, ed il compositore, musicista e autore di sonorizzazioni in live Giulio Ragno Favero, insieme tutti a comporre azioni e narrazioni dinamiche dal vivo, emotive e coinvolgenti tra teatro e musica, dove l’elemento improvvisativo è parte integrante dell’opera nella forma e nei significati. Uno spettacolo che si realizza con la consulenza linguistica di Flavio Santi e l’amichevole contributo di Bruno Pizzul. “Rosada!” indaga il nesso tra la parola e la necessità di essere tramandata, ragiona sui confini tra terra e lingua, appartenenza e distacco e si apre con forza anche ad un pubblico non friulano, nella forza di una trasmissione rivelatrice universale tra suono e parola, nell’intenzione di portare la musicalità della lingua friulana alla conoscenza di tutti, raccogliendo il verso poetico di Pasolini e facendolo suonare, raccontare, cantare sulla scena. I biglietti per “Rosada!” sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Palamostre, da lunedì al sabato dalle ore 17.30 alle ore 19.30 (tel +39 0432 506925; biglietteria@cssudine.it; www.cssudine.it) e sul circuito vivaticket. Lo spettacolo sarà replicato mercoledì 7 dicembre alle ore 20.45 al Teatro Candoni di Tolmezzo (punti vendita “Il Fiammifero”. “Punto di Nello” a Tolmezzo ed a partire dalle ore 19 alla biglietteria del Teatro Candoni). Tutte le info su www.teatristabilfurlan.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Rosada!" A Udine tavola rotonda e spettacolo, in replica a Tolmezzo

UdineToday è in caricamento