“Contrasti 2016”: nuova Stagione Musicale della Mitteleuropa Orchestra al Teatro Gustavo Modena

  • Dove
    Teatro Gustavo Modena
    Indirizzo non disponibile
    Palmanova
  • Quando
    Dal 05/10/2016 al 22/12/2016
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Un nuovo viaggio dalle tinte forti, in un percorso di 12 concerti di cui sei sinfonici, 2 con orchestre da camera e 4 con ensemble cameristici prenderà il via il 5 ottobre al Teatro Gustavo Modena di Palmanova. Una formula che vede il raddoppio del numero degli appuntamenti (rispetto al 2015) e che vuole rappresentare una crescita importante anche da un punto di vista artistico, in particolare per quanto riguarda i gruppi da camera istituzionali della Mitteleuropa Orchestra, novità rilevante per l’attività dell’orchestra e il suo sviluppo. La varietà dei contenuti artistici e stilistici e la principale chiave di lettura di questa Stagione musicale, che aggrega e unisce le folgorazioni artistiche dell’800 musicale sinfonico e strumentale passando per il grande repertorio che tocca anche l’opera lirica, pur tuttavia non tralasciando le esperienze barocche di Vivaldi e il ‘900, quest’ultimo inteso anche con una grande produzione, prevista per il 20 ottobre, dedicata a Frank Sinatra, artista eclettico ed emblematico, ben vivo nell’immaginario collettivo per l’originale bellezza delle sue canzoni e del suo swing.

La rappresentazione contrastante avviene nell’intero calendario, in modo talvolta provocatorio rispetto ad un settore come quello della “musica colta” dove si tende ad escludere alcune tipologie musicali, ad esempio dedicate al pop, o ai ritmi frenetici e dalle sonorità spesso pungenti, caratteristiche ad esempio della musica slavo-balcanica, peraltro retaggio della Mitteleuropa intesa come area geografica e culturale, alla quale l’orchestra guarda con crescente interesse in tutte le sue produzioni. All’interno della programmazione macrocosmica, determinata da scelte precise, i concerti presentati appaiono volutamente “contrastanti” anche all’interno di ogni singolo programma; dove, ad esempio, si esprime un repertorio “tradizionale” si ravvisano gli elementi delle scuole nazionali contrapposti al sinfonismo classico-romantico con Dvorak e Schubert piuttosto che Vivaldi accostato a Piazzolla o la fragilità strutturale di Schumann rispetto ai grandi templi architettonici di Brahms, o con un interazione tra Mussorgsky e Bregovic, o ancora tra Mozart e Busoni.

La massima resa possibile del progetto, viene affidata a grandi interpreti e prestigiosi direttori d’orchestra, mantenendo l’attenzione anche al Territorio, dal quale nascono le esperienze di eccellenza della giovane violinista, apprezzata in ambito internazionale, Laura Bortolotto, protagonista nel concerto di apertura del 5 ottobre, dell’Orchestra Busoni e del suo direttore Massimo Belli (in concerto l’11 novembre), del direttore Giovanni Pacor, degli ensemble della Mitteleuropa Orchestra; non mancano nomi “simbolo” tra gli esecutori e i direttori, come quello della grande mezzosoprano Daniela Barcellona, diretta da Alessandro Vitiello (protagonisti il 22 dicembre nell’imperdibile concerto conclusivo della Stagione Contrasti), i pianisti Evgenij Koroliov (il 4 novembre), Andrea Bacchetti (il 30 novembre e il 7 dicembre), Lovro Pogorelich (24 novembre), il direttore d’orchestra fiammingo Jan Willem de Vriend (il 5 ottobre nell’irrinunciabile concerto inaugurale), più volte acclamato direttore di prestigiose compagini internazionali, tra le quali la Royal Concertgebouw Orchestra. Particolare rilievo assume la presenza nella stagione dei flautisti Giuseppe Nova e Maxence Larrieu (il 30 novembre) e del Trio Metamorphosi (il 13 dicembre). La presenza il 24 novembre dell’Orchestra Filarmonica di Sarajevo, diretta da Samra Gulamovic, esprime inoltre un’importante operazione di cooperazione culturale internazionale, condotta a termine dall’Ambasciata d’Italia in Sarajevo grazie ad un accordo col Ministero della Cultura della Bosnia Herzegovina, che nella sua articolazione prevede uno scambio culturale con la Mitteleuropa Orchestra il 26 novembre presso il Teatro Nazionale di Sarajevo, città simbolo di convivenze etniche, culturali e religiose autentico simbolo di grande civiltà e tolleranza.

La Stagione musicale Contrasti 2016 è realizzata dalla Mitteleuropa Orchestra in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia grazie al prezioso sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Palmanova, della BCC (Federazione Banche di Credito Cooperativo F.V.G.) e grazie all’importante partnership con la Fondazione Crup.

Una stagione irrinunciabile, da vivere appuntamento dopo appuntamento per dare l’opportunità a Palmanova e a tutto il territorio regionale di scoprire o riabbracciare la grande musica.

CAMPAGNA ABBONAMENTI:

Dal 15 settembre al 1 ottobre

Orari: giovedì e venerdì dalle 17.30 alle 19.45 e sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Dal 29 settembre partirà anche la vendita dei biglietti.

PREVENDITA BIGLIETTI:

Teatro Gustavo Modena: nei due giorni precedenti, dalle 17.30 alle 19.45, e il giorno del concerto dalle 19.45.

Presso ERT: dal lunedì al venerdì 9.30-12.30 e 15.00-17.00.

Online su circuito Vivaticket dal 29 settembre.

PRENOTAZIONE ABBONAMENTI E BIGLIETTI:

Presso la Mitteleuropa Orchestra, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 17 prenotazione abbonamenti e biglietti da ritirare in Teatro la sera dello spettacolo entro le 20.15

Info orchestra: Tel. 337/1267344, e-mail: info@orchestraregionalefvg.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • "Teatro in direttissima", nasce la stagione degli spettacoli sui palcoscenici virtuali

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 15 giugno 2021
    • pagina Facebook Palcoscenico Fita-Uilt
  • Il Palio teatrale studentesco non si ferma e si sposta all'aperto a giugno, al via i laboratori

    • Gratis
    • dal 10 aprile al 8 maggio 2021
    • Teatro Nuovo Giovanni da Udine

I più visti

  • Antichi abitatori delle grotte in Friuli

    • dal 3 marzo 2021 al 25 febbraio 2022
    • Castello di Udine
  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • Superbonus 110%, 3 giorni e 13 webinar gratuiti per rispondere a tutte le domande

    • Gratis
    • dal 15 al 17 aprile 2021
    • Web
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    UdineToday è in caricamento