Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

Un programma a 360° con la musica nel cuore, ecco il Folkest edizione 2021

Presentato il ricco cartellone della rassegna che spegne le 43 candeline. Oltre 50 appuntamenti in Fvg, ma anche a Capodistria e in Cadore

Sono oltre 50 gli appuntamenti della 43^ edizione di Folkest. Tanti, tantissimi eventi dislocati non solo sul territorio delle ex province del Friuli Venezia Giulia, ma anche Capodistria e nel vicino Cadore. Il Premio alla Carriera 2021 sarà consegnato da Folkest quest’anno a Enzo Avitabile e come sempre a Spilimbergo si terrà la diciasettesima edizione del Premio Cesa rivolto alle nuove proposte della world music.

Tra gli eventi anche gli incontri con gli autori per la terza edizione di Parole e musica mentre, con l’etichetta Folkest Dischi pubblica cinque nuovi titoli. Ma non finisce qui: Folkest porta uno spettacolo sulla Divina Commedia, una mostra fotografica The sound of eyes - I 40 anni di Folkest, il Guitar International Rendez-vous, e consolida la partnership con Operaprima di Vienna per un progetto su Ernani di Giuseppe Verdi, ma soprattutto guarda al futuro grazie al binomio offerta culturale - formazione professionale.

Un programma a 360 gradi

Per i suoi 43 anni Folkest, nonostante le difficoltà che l’arte tutta sta vivendo da oltre un anno, ha deciso che è proprio questo il momento di non risparmiare le energie e di offrire il massimo. Grazie anche al sostegno della Regione, alla Fondazione Friuli, Turismofvg, Comune di Spilimbergo, Comune di Udine e Friulovest Banca, quest’anno saranno più di una quarantina i gruppi coinvolti per oltre 50 appuntamenti live in 28 diversi comuni, dal 5 al 23 agosto, con una serie di anteprime già a partire dall'11 giugno e appuntamenti fino al 12 settembre.

Gli ospiti

Tra gli ospiti, Enzo Avitabile, Vincenzo Zitello, Le Orme, lo storico gruppo Nuova Compagnia di Canto Popolare, Michele Ascolese, Mauro Palmas, il Coro del Friuli Venezia Giulia con Aleksandar Karlic, Paolo Tofani & Strepitz Open Project, i Musica Spiccia, vincitori del Premio Cesa nel 2020 e Still Life vincitori del Premio Parodi 2020.

«Fokest 2021 – ha commentato durante la presentazione del programma l’assessore regionale alla Cultura e allo Sport Tiziana Gibelli – è pronto anche in questa sua 43esima edizione a portare la musica popolare su tutto il territorio regionale e non solo, trasmettendo, grazie al suo ricco programma di concerti, quella voglia di ritorno alla socialità che mai come in quest’ultimo anno ci è mancata tanto». Soddisfatto anche il direttore artistico della rassegna, Andrea Del Favero.«Oggi - ha spiegato - abbiamo molte certezze in più rispetto al 2020 e un’idea chiara proiettata nel futuroMolte le novità di quest’anno, in questi lunghi mesi abbiamo riprogettato e riconsiderato alcuni momenti chiave. Oltre alle presenze storiche a Spilimbergo, Udine, Capodistria e Auronzo di Cadore, molto spazio sarà dedicato al Guitar International Rendez-vous e alla collaborazione con Operaprima-Wien per la realizzazione dell’opera “Ernani».

I concerti a Udine

Nuova Compagnia di Canto Popolare 01-2

Udine ha sempre rappresentato uno dei fulcri dell'attività di Folkest, per l’attenzione nelle scelte artistiche e per l’importanza degli artisti che hanno tenuto i loro concerti nel capoluogo udinese. Giovedì 29 luglio l'appuntamento è al Castello dove la Nuova Compagnia di Canto Popolare presenterà Napoli 1534 – Tra moresche e villanelle, con una dedica particolare a Corrado Sfogli, che questo progetto aveva fortemente voluto e sapientemente progettato. I biglietti saranno in prevendita a partire da oggi, 1 giugno 2021, sul sito www.folkest.com, all’Angolo della Musica di Udine e alla Fioreria Punto Verde di Tolmezzo. Lunedì 9 agosto il cantautore friulano Franco Giordani e Band farà ascoltare in piazza Venerio Ressenàl, alcune belle canzoni del suo storico repertorio e alcune anticipazioni del prossimo lavoro discografico. Martedì 24 agosto sarà la volta di un progetto speciale, realizzato sotto la Loggia del Lionello, in collaborazione con l’Associazione Fûrclap, una serata decisamente sperimentale con Paolo Tofani & Strepitz Open Project, Improvvisa_Meditazione: la musica racconta l’Uomo, i suoi limiti e i suoi pregi, le sue debolezze e le sue intuizioni, grazie anche ai movimenti coreutici di Francesca Ferah Dalla Bernardina, alle suggestive immagini prodotte da Ofelia Croatto e alla narrazione espressa dalla giovane attrice Giulia Grimaz .

Spilimbergo, il cuore di Folkest dal 19 al 23 agosto

Nel cuore di Folest, Spilimbergo, novità di quest'anno è l’International Guitar Rendez-vous, il più longevo festival internazionale della chitarra che si svolge in Italia. Un appuntamento che coniuga spettacolo e cultura, promozione territoriale e artistica in un ricco programma che si articola in convegni, seminari, incontri e concerti, giunto alla sua 16° edizione, che ospiterà a sua volta la 28^ Convention Adgpa e un salone della liuteria con oltre una decina di selezionati liutai da tutta l’Italia. I concerti di giovedì 19 e venerdì 20 agosto si terranno nella storica sede di Solighetto di Pieve di Soligo, presso la Villa Brandolini d'Adda, mentre quelli di sabato 21 e di domenica 22 agosto si svolgeranno in piazza Garibaldi, nel centro storico di Spilimbergo. In occasione delle serate spilimberghesi verrà conferito il Premio Adgpa/ Banca Delle Prealpi per il miglior chitarrista emergente 2021, che si guadagnerà l’ambita partecipazione al festival francese di Issoudun, sede centrale dell’A.D.G.P.A. I seminari, invece, si terranno nella vicina sede dell’Associazione Gottardo Tomat.

Premio Folkest "Una vita per la musica" a Enzo Avitabile

Enzo Avitabile 01-2

Folkest dal 1966 assegna il Premio una vita per la musica a chi abbia lasciato, nel corso della propria carriera artistica, un segno indelebile nella musica e nella società. Negli anni è stato attribuito, a partire da Ian Anderson dei Jethro Tull, ad artisti di grande calibro come Joan Baez, Noa, Branduardi, Alice, The Chieftains, Edoardo De Angelis, Riccardo Tesi. Quest’anno verrà consegnato, sempre a Spilimbergo, ad Enzo Avitabile, sassofonista, compositore, musicista e cantautore italiano, due volte David di Donatello come Miglior Musicista, per aver composto la colonna sonora del film Indivisibili, e come Migliore canzone originale con Abbi pietà di noi, brano contenuto nella stessa colonna sonora; per le stesse musiche vince anche 2 Nastri d’argento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un programma a 360° con la musica nel cuore, ecco il Folkest edizione 2021

UdineToday è in caricamento