A Udine la presentazione del libro dedicato ad Adriano Ioan

La Prefazione del Sindaco di Udine, Furio Honsell. L’intervento del Presidente del Consiglio Provinciale Fabrizio Pitton e il ricordo dell’amico Piero Mauro Zanin. Sono questi i confini al cui interno si sviluppa 'A muso duro. Mille sogni raccontare', la testimonianza della giornalista Irene Giurovich che ha affiancato Adriano Ioan durante l’ultima campagna elettorale per la corsa a sindaco della città, durante il dramma della malattia diagnosticata nell’aprile 2014 e il percorso di cure nell’ultima terribile campagna contro la morte, scrive nella prefazione Honsell.

Il libro, che sarà in commercio in concomitanza con l’anniversario del sesto mese dal trapasso (Ioan è mancato il 16 agosto 2015), sarà presentato martedì 16 febbraio alle ore 18 in sala Aiace a Udine assieme agli autori dei contributi e con la moderazione affidata alla giornalista Elisabetta Pozzetto.

Il racconto ad impianto diaristico è edito dalla casa editrice friulana Edizioni Segno, con il patrocinio del Club Unesco. L’iniziativa ha ottenuto il riconoscimento di carattere istituzionale da parte dell’amministrazione di Palazzo D’Aronco. Il racconto della vicenda si alterna con le testimonianze dei medici, italiani e stranieri, incontrati nei numerosi viaggi, per tentare tutte le possibili terapie, fra ospedali e cliniche: un itinerario complicato di cui l’autrice è stata testimone diretta accompagnando Adriano Ioan nell’anno e mezzo di calvario e di speranze. “Questo libro - scrive Honsell - è una cronaca scritta con serietà e amore per far conoscere una verità fino ad oggi privata. Ma questa verità appartiene alla nostra città. Perché è la cronaca della battaglia di due persone che hanno lottato per poter continuare a vivere insieme per servirla con la loro passione e con il loro impegno. Perché sia una città comunque migliore! Grazie Irene, grazie Adriano”.

L’opera assume una valenza simbolica collettiva, in quanto dimostra come una persona ammalata gravemente non rinunci ad alimentare comunque, alle volte anche contro l'evidenza, la dimensione progettuale affettiva e come chi sta accanto all'ammalato nel doloroso tragitto supporti l'attesa di una svolta verso la guarigione o almeno la stabilizzazione. Uno strumento che potrà quindi fungere da riflessione per chi é colpito da gravi patologie e per chi vive accanto a lui questo destino.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • La situazione del lavoro in Italia e in Europa, se ne parla nei webinar dell'Uniud

    • Gratis
    • dal 9 aprile al 18 giugno 2021
    • Web
  • Agricoltura 4.0, strumenti innovativi per le aziende agricole del Fvg

    • Gratis
    • dal 18 marzo al 22 giugno 2021
    • Formazione online

I più visti

  • Antichi abitatori delle grotte in Friuli

    • dal 3 marzo 2021 al 25 febbraio 2022
    • Castello di Udine
  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • "Teatro in direttissima", nasce la stagione degli spettacoli sui palcoscenici virtuali

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 15 giugno 2021
    • pagina Facebook Palcoscenico Fita-Uilt
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    UdineToday è in caricamento