Giovedì, 29 Luglio 2021
Eventi

Con la "capsula del tempo" il Premio Arte Coseano si proietta nel futuro

A causa delle restrizioni, questa non sarà un'edizione uguale alle altre, ma non meno ricca di novità come la mostra sul meglio degli artisti degli ultimi anni e la capsula del tempo

Sarà un'edizione atipica rispetto al passato, ma senza sacrificare nulla sul fronte della qualità. È stato presentato il Premio Arte Coseano, un'edizione in cui non mancheranno comunque le novità, nate anche per far fronte alle difficoltà nell’organizzazione dell’evento a causa del persistere dell’emergenza sanitaria. Tra queste, una “capsula del tempo” che verrà sepolta a fine estate e recuperata solo tra un secolo. Un gesto simbolico che guarda al futuro, ma soprattutto al presente, con l’obiettivo di conservare la memoria sull’oggi.

La mostra con il "best of"

Il tutto si terrà il 19 settembre, con un evento pubblico e aperto alla cittadinanza. Nel frattempo, oggi è stata inaugurata anche la mostra con le migliori opere del Premio di questi ultimi anni, presso l’area verde dello stesso centro commerciale. Rimarrà visitabile per tutto luglio. Lo stesso Città Fiera avrà quindi un ruolo di primo piano nella manifestazione, in quanto partner della kermesse, conferendo la menzione speciale a un’artista scelto dalla giura nella fase finale di premiazione a settembre. Il sindaco di Coseano David Asquini ha evidenziato che questa «sarà la 21esima edizione e mezzo, poiché l’anno scorso siamo comunque riusciti a organizzare qualche evento. Sarà comunque molto importante ripartire». 

Un plauso per l'iniziativa è arrivato anche dal fondatore di Città Fiera, Antonio Maria Bardelli, che ha inoltre confermato la volontà di essere vetrina per le iniziative culturali del territorio. «Da quattro anni, Coseano è città dell’arte – ha spiegato l’assessore alla cultura del Comune di Coseano, Paolo Klavora - grazie alle nostre manifestazioni che richiamano artisti da tutta Europa. A causa del Covid, però, l’anno scorso siamo rimasti bloccati e in questo abbiamo ripreso il filo». La testimonianza più recente è l’affresco raffigurante il celebre Cenacolo, riprodotto presso l’azienda Agricola Collina di Narduzzi Liano dallo stesso assessore, pittore con lo pseudonimo di Klavier, e l’artista siciliana Valentina Di Vita.

mostra premio arte coseano-2

«Quest’anno non riusciremo a svolgere la rassegna d’arte come negli ultimi 20 anni – ha proseguito l’assessore - per le difficoltà legate alla gestione del pubblico. Ogni edizione, infatti, richiama migliaia di persone, ma le normative sono troppo stringenti per poter svolgere le giornate nel completo rispetto delle misure di sicurezza anti-contagio». Da qui, l’idea di una teca che possa contenere le testimonianze dei numerosi artisti che sono passati per Coseano e non solo. «Abbiamo chiesto a tutti coloro che hanno partecipato alle diverse edizioni del Premio di donarci un’opera – ha spiegato Klavora - da porre al suo interno».

La capsula del tempo

Per l’occasione, il comune friulano ospiterà una cerimonia ufficiale per la sigillatura e posa del manufatto e, sopra il sito, verrà collocata una piastra in bronzo indicante le date 2021-2121. Al suo interno, anche documenti digitali che racconteranno la storia recente del Comune. «Tutti avranno la possibilità di vedere le opere prima della loro chiusura. Inviteremo anche la cittadinanza a partecipare, donando lettere e immagini». La previsione è di raccogliere almeno 150 firme, con l’ufficialità dei nomi che arriverà a giorni.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la "capsula del tempo" il Premio Arte Coseano si proietta nel futuro

UdineToday è in caricamento