rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Pignarul / Tarcento

Pignarûl grant, a Tarcento rivive la magia del rito assieme al pubblico

Dopo due anni di limitazioni sarà possibile ammirare dal vivo uno degli appuntamenti simbolo della tradizione epifanica friulana

Dopo due anni di stop a causa della pandemia torna il pubblico al "Pignarul Grant" di Tarcento, il più grande fuoco epifanico del Friuli da cui, a seconda della direzione del fumo, si traggono gli auspici per l'anno appena iniziato. Un appuntamento che tradizionalmente chiama a raccolta numerosi tra cittadini e curiosi, ma che nel 2021 e 2022 si è svolto in forma ristretta a causa delle limitazioni dovute all'emergenza Covid.

Cosa succede

Il programma di festeggiamenti dedicati all'Epifania, con evento clou l'accensione del falò (prevista per il 6 gennaio alle 19), è iniziato nella serata di mercoledì con la cerimonia di consegna del 68/o Premio Epifania allo storico Ferruccio Tassin, all'imprenditore Giuseppe Toso e alla scrittrice Ilaria Tuti. Oggi è previsto, tra le altre cose, il palio dei pignarulars, mentre domani spazio all'arrivo della befana per i bambini, a una marcialonga tra i pignarui, a un corteo storico e, infine, all'accensione del Pignarul Grant e di tutti i falò della conca tarcentina.

Le previsioni

La sera dell'Epifania, come tradizione vuole, il Vecchio Venerando, salirà sul colle di Coia accompagnato da una lunga fiaccolata a illuminare la collina e accenderà il fuoco del Pignarul Grant. La direzione che prenderà il fumo indicherà l'andamento dei prossimi dodici mesi. A interpretare i segni sarà lo stesso Vecchio Venerando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pignarûl grant, a Tarcento rivive la magia del rito assieme al pubblico

UdineToday è in caricamento