Pasian di Prato: la Pro loco al Comune: «servono le condizioni per una progettualità»

La burocrazia per l’assegnazione della “Casa delle Associazioni” del Comune, unita all’impatto della pandemia, minano le attività future del sodalizio. Nel frattempo, con la recente modifica dello statuto, la Pro Loco pasianese si aggiorna per entrare a far parte del mondo del Terzo settore.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Si è svolta venerdì 4 settembre l’assemblea straordinaria con cui la Pro Loco di Pasian di Prato ha modificato il proprio statuto. Il sodalizio, che da oltre venticinque anni anima le serate pasianesi, ha conformato il proprio status alle associazioni di promozione sociale (APS) per l’iscrizione al Registro Regionale delle APS e la successiva iscrizione al RUNTS, il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Nella serata, svoltasi in sicurezza negli spazi esterni della “Casa delle Associazioni” di via F. Missio a Pasian di Prato, si è organizzata anche l’annuale assemblea ordinaria del sodalizio. «Non posso nascondere il disappunto per il protrarsi dell’iter di assegnazione della Casa delle Associazioni» ha affermato in assemblea il Presidente Enrico Rosso. La sistemazione dell’area su cui sorgono la cucina e la sala polifunzionale, attualmente in concessione alla Pro Loco con un’autorizzazione in scadenza a fine anno, era stata fortemente voluta dalla stessa Pro Loco, che punta a fare di via Missio un punto di riferimento per la cultura, la gastronomia e l’intrattenimento. «Dopo l’ennesimo permesso di alcuni mesi in attesa di una convenzione più volte promessa, solo pochi giorni fa abbiamo avuto notizia dell’emissione di un bando per l’assegnazione della Casa delle Associazioni, a cui parteciperemo nonostante i tempi strettissimi – ricorda Rosso –. Auspico che l’Amministrazione comunale, purtroppo assente a questa assemblea, possa cogliere lo spirito di servizio e di collaborazione con cui la Pro Loco ha sempre operato. Oltre al fatto – afferma ancora il presidente – che fin dal suo progetto originario non abbiamo mai lesinato consigli o suggerimenti in merito alla realizzazione degli immobili e degli allestimenti di quest’area». La Pro Loco pasianese ha risentito pesantemente dell’impatto del COVID-19: la sospensione delle principali manifestazioni degli scorsi mesi – su tutte Sapori Pro Loco e Pasian di Prato in festa – ha gettato un’ombra sulla tenuta del tessuto associativo e dei bilanci. Solo in questo mese di settembre il sodalizio ha proposto alla cittadinanza qualche appuntamento di ritrovo e di serenità. «Abbiamo organizzato una serata di cinema all’aperto», ricorda Enrico Rosso, «cui farà seguito, il prossimo 26 settembre, un’escursione naturalistica nei prati stabili di Pasian di Prato». L’auspicio è che il desiderio di animazione del territorio trovi i giusti interlocutori in sede istituzionale. «Non vorremmo perdere quanto costruito finora. Anzi: vorremmo guardare avanti con progettualità – conclude Rosso –, confidando di ottenere gli spazi necessari per un numero di anni sufficiente a garantire la nostra attività a favore del paese. In caso contrario non so se ce la potremo fare».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento