menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Già in 30 mila per Sapori Pro Loco a Villa Manin. In arrivo 3 milioni di euro e una mostra su Mirò

La mostra dell'artista spagnolo si terrà il prossimo autunno. Il fondo di 3 milioni di euro, in arrivo dalla Regione, permetterà il rinnovo della Villa con alcune novità anche per ospitare al meglio gli stand della prossima edizione

Inizio record per Sapori Pro Loco, la grande vetrina dell’enogastronomia del Friuli Venezia Giulia a Villa Manin: tra sabato 16 e domenica 17 maggio oltre 30 mila persone hanno degustato i 107 piatti proposti a prezzi popolari da 43 Pro Loco provenienti da tutte le zone del Friuli Venezia Giulia. “Sabato sera - ha dichiarato Valter Pezzarini presidente del Comitato del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia - alcune Pro Loco hanno dovuto fare un secondo rifornimento per far fronte alle richieste, mentre i visitatori hanno iniziato ad arrivare ancora prima che fossero aperti i chioschi, rimanendo poi fino a tarda notte. Non solo: oggi 17 maggio abbiamo gruppi giunti in corriera da fuori regione, a testimoniare il grande richiamo turistico che ha la nostra manifestazione, la quale proseguirà poi dal 22 al 24 maggio. I segreti del nostro successo? I piatti hanno al massimo un costo di 4,50 euro, propongono sapori tradizionali e possiamo contare sull’impegno e passione di mille 200 volontari che rendono possibile questo vero e proprio tuor della regione non solo enogastronomico ma anche turistico, visto che mettiamo in mostra anche il materiale promozionale degli altri eventi e sagre che le Pro Loco organizzano sul territorio nel resto dell’anno”.

Pezzarini, a nome del Comitato rappresentato anche dal vicepresidente Antonio Tesolin e dal consigliere nazionale Unpli Marco Specia, ha anche ricordato il prezioso impegno di partner istituzionali e sponsor presenti all’inaugurazione ufficiale con taglio del nastro svoltasi nella mattinata del 17 maggio. Sul palco di Sapori Pro Loco si è idealmente svolto il passaggio di consegne come assessore regionale dell’agricoltura tra  il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello e Cristiano Shaurli. Il primo ha lodato ancora una volta il valore centrale della manifestazione nella proposta turistica regionale che trova in Villa Manin il suo luogo naturale, mentre il secondo alla prima uscita pubblica nel nuovo incarico ha sottolineato l’importanza del lavoro di squadra che le Pro loco sanno fare, unità da consolidare anche in agricoltura. Piero Colussi, sovrintendente dell’Azienda speciale Villa Manin, ha annunciato, grazie all’assegnazione di fondi regionali per oltre 3 milioni di euro, l’avvio dei lavori di ammodernamento della Villa e del corpo delle esedre, con novità anche dal punto di vista logistico per ospitare al meglio gli stand di Sapori Pro Loco (tra le anticipazioni anche una mostra su Mirò nel prossimo autunno). Lavori che gestirà il Comune di Codroipo, con il sindaco Fabio Marchetti che ha definito Sapori Pro Loco l’Expo del Friuli Venezia Giulia. Ringraziamenti anche alla Fondazione Crup per il sostegno, presente il presidente Lionello D’Agostini, al vicepresidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Paride Cargnelutti e al consigliere comunale Vittorino Boem, mentre Fabrizio Pitton quale presidente del consiglio della Provincia di Udine ha detto grazie alle Pro Loco che ogni giorno lavorano a favore del territorio. Sonia Venerus responsabile dell’Ersa, anche a nome del direttore Paolo Stefanelli, ha ricordato la collaborazione con Sapori Pro Loco con incontri specifici sui vari prodotti tipici e nuovi che potrebbero trovare in Friuli Venezia Giulia un ambiente ideale (per esempio il carciofo). Giuseppe Morandini, presidente della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, ha dichiarato come Sapori Pro Loco abbia un potere terapeutico, permettendo di dimenticare tutti i problemi e godersi il meglio della nostra terra. Infine anche un passaggio sui fondi comunitari per la promozione territoriale, con l’europarlamentare Isabella De Monte che ha detto come Sapori Pro Loco aiuti a creare ancora di più l’Europa dei popoli. Durante la cerimonia di inaugurazione i presenti sono stati allietati dalla Banda civica Città di Grado diretta dal maestro Nevio Lestuzzi (in collaborazione con l’Anbima Fvg). Alla fine brindisi nell’Enoteca di Sapori Pro loco, con i migliori vini del territorio selezionati durante la Fiera regionale dei vini di Buttrio e la Mostra concorso vini Doc Bertiûl tal Friûl.

La giornata ha visto anche numerosi eventi collaterali, dalle gite in carrozza nel parco di Villa Manin (aperte anche le mostre in corso) con l’Afac all’esposizione delle fragole regionali con la Pro Loco di Faedis, dai giochi di una volta alla conferenza dell’Istituto regionale per il Patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia sulla cultura del vino da Aquileia fino ai giorni nostri, oltre al citato incontro dell’Ersa sui frutti della Carnia insieme a Crita e Comunità montana, l’esposizione artistica del Circolo culturale artistico Quadrivium e lo spettacolo finale con le anticipazioni del festival Percoto canta insieme alla comicità de I Trigeminus. Sapori Pro Loco riprenderà venerdì 22 maggio: programma completo sul sito web www.prolocoregionefvg.it e sui social network seguendo l’hashtag #SaporiProLoco. Aggiornamenti live sulla pagina Facebook Sapori Pro Loco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento