Tra reale e virtuale, con Van Gogh inaugura prossimamente la nuova Villesse EmotionHall

Un’esperienza che coinvolge i sensi grazie alle più avanzate tecnologie multimediali. Un viaggio tra realtà e mondo virtuale che permette al visitatore di immergersi nella visione della natura e della vita e, per il suo primo appuntamento, nell'arte di uno dei più grandi maestri dell'arte del Novecento. Aprirà prossimamente, all’interno del Meeting Place del centro commerciale Tiare Shopping, la Villesse EmotionHall, una nuova arena immersiva permanente, la prima di questo genere in Italia, modulare e interattiva, dedicata alla cultura in ogni sua espressione e all’intrattenimento. Uno spazio di 2 mila metri quadri configurabile per ospitare mostre d’arte, eventi multimediali, appuntamenti musicali, corsi e stage di danza e recitazione, incontri enogastronomici.

Il sogno di Van Gogh, tra reale e virtuale, prossimamente la mostra

A dare per prima vita a questi spazi sarà la mostra “Van Gogh. Il sogno – Immensive art experience”. Attraverso tre diversi ambienti i visitatori saranno avvolti da un’esperienza unica e coinvolgente in cui reale e virtuale si incontrano grazie a tecnologie multimediali audio e video di ultima generazione. Un percorso di circa 50 minuti tra 75 delle principali opere del maestro olandese che prendono vita nei quasi 2 mila mq di spazio espositivo immersivo in cui vengono garantiti la massima sicurezza e il pieno rispetto delle normative governative e regionali.

Andare oltre l'immagine

L’arte immersiva permette di realizzare attraverso la tecnologia ciò che Van Gogh voleva fare con la sua arte attraverso il colore, ovvero allontanarsi dalla resa naturalistica della pittura per andare oltre l’immagine stessa per rimandare a significati più profondi, più intensamente esistenziali. Il progetto è realizzato da Stefano Fake, artista contemporaneo e video maker italiano affermato a livello internazionale, e da Nicola Bustreo, curatore museale di eventi artistici e culturali, direttore artistico di EmotionHall.
Per garantire la sicurezza, verranno fatte accedere soltanto 30 persone ogni ora così da evitare ogni assembramento e consentire ai visitatori il rispetto della distanza tra loro.

Gli spazi immersivi della Villesse EmotionHall

Nella prima sala, il visitatore è accolto da un ingresso di luce. Un tappeto digitale di 35 metri che sale fino al soffitto, 8 proiettori inondano il pubblico di immagini, contenuti in movimento e suggestioni. Un perfetto ambiente immersivo per iniziare un’esperienza unica.
Analogica e digitale è la seconda sala, un’area progettata per creare esperienze reali e virtuali, declinabili di volta in volta a seconda delle necessità, in cui i supporti digitali dialogano con quelli analogici come, ad esempio, oggetti in esposizione.
L'immersione totale avviene nella terza e ultima sala dove sono presenti 500 metri quadri di suggestioni audio video a 360 gradi, grazie a 13 videoproiettori per le pareti e 4 videoproiettori per il pavimento. Il suono speciale e varie mirror room spingono al massimo le emozioni.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Per la prima volta una mostra dedicata a Giovanni da Udine

    • dal 12 dicembre 2020 al 14 marzo 2021
    • Salone del Parlamento del Castello di Udine

I più visti

  • Crociere enogastronomiche tra Grado e Marano, ritorna "Laguna in Tecja"

    • dal 10 ottobre al 20 dicembre 2020
    • Grado e Marano Lagunare
  • Notti d'estate alla Riserva naturale regionale del lago di Cornino, al via gli eventi

    • dal 18 luglio al 31 dicembre 2020
  • Dino Park Udine, lo spettacolo dei dinosauri dal vivo

    • dal 1 agosto 2020 al 1 febbraio 2021
    • Centro commerciale Città Fiera
  • Vini e territorio: la terza edizione de "I colloqui dell'Abbazia"

    • Gratis
    • dal 25 settembre al 11 dicembre 2020
    • Sala della Palma dell'Abbazia di Rosazzo a Manzano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    UdineToday è in caricamento