La giornata del Contemporaneo quest'anno varca i confini nazionali

La galleria “Nuovo Spazio” partecipa, come ogni anno e fin dalla prima edizione, alla giornata del Contemporaneo con due mostre, una nella sede di Udine e l’altra nella sede di Venezia-Mestre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La 14° Giornata del Contemporaneo avrà luogo sabato 13 ottobre 2018. Per il quattordicesimo anno consecutivo l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea in Italia, AMACI, apre gratuitamente i propri spazi. A questa giornata dell’Arte Contemporanea aderiscono con vari eventi molte realtà artistiche, aprendo i propri spazi gratuitamente al pubblico (Gallerie d’Arte, Studi d’artisti…). Quest’anno c’è una grande novità: La giornata dedicata all’Arte Contemporanea varca i confini nazionali e dal l’8 al 13 ottobre partecipano alla manifestazione le Ambasciate e gli Istituti Italiani di Cultura all’estero, promuovendo l’Arte italiana. Anche altri Musei nel mondo hanno aderito quest’anno alla manifestazione. La mostra di Giovanni Korompay, che si inaugura sabato 15 settembre alle ore i8.00 e che rimarrà aperta fino al 16 ottobre, dal martedì al sabato, dalle 16.00 alle 19.30 alla Galleria “Nuovo Spazio” di Udine, in via Manin 8/7, (Palazzo Manin) propone opere storiche ed opere più recenti di un futurista un po’ a sé, un futurista lirico, che accanto ai temi classici del futurismo, a cui ha aderito, ha dipinto molte Venezie ed altro, in un’atmosfera lirica e sognante. ” Al pari dei maggiori interpreti del tempo, Korompay percorre le strade che lo portano dal macchinismo all’aeropittura, all’idealismo cosmico, fino a giungere a raffinate atmosfere post-futuriste, inclini all’astrattismo.” (Franco Tagliapietra). La mostra nasce dall’incontro con un giovane laureando dell’Accademia di Belle Arti, Alex Casagrande, che prepara una tesi su Giovanni Korompay e con il suo relatore, esperto del Futurismo, Franco Tagliapietra con il Gallerista Luciano Chinese della Galleria “Nuovo Spazio” che aveva esposto più volte le opere di Giovanni Korompay. Da qui il desiderio di riproporre questo artista lasciato in disparte, grazie anche alla collaborazione di collezionisti e della famiglia dell’artista. La mostra di Luciano Chinese è visibile nella sede di Venezia-Mestre della Galleria “Nuovo Spazio”, in via Piraghetto 41, angolo via Podgora (Tel. 3357063832). Le opere attualmente esposte sono quelle in cui Chinese usa, in una combinazione assolutamente nuova ed originale, materiali diversi ed in particolare il vetro di Murano, su fondi dipinti. Luciano Chinese ha partecipato con la mostra “Luciano Chinese. Sognare di nuovo. Il vetro di Murano e il suo linguaggio nell’Arte Contemporanea” alla seconda edizione del Festival Internazionale del vetro, The Venice Glass Week, in cui è stata anche presentata la monografia su Luciano Chinese dello scrittore newyorkese Alan Jones, nella quale sono pubblicate le opere in cui l’artista usa il vetro di Murano, pubblicazione uscita nel 2017 e che appare complementare alla monografia del 2007 dello storico dell’arte veneziano Toni Toniato. Entrambe le mostre godono del patrocinio dei club Unesco di Udine e Venezia. Per info: www.galleria-nuovospazio.com galleria.nuovospazio@gmail.com tel. 3357063832 337865200 0432204163

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento