Montmatre 2016, Codroipo si veste d’arte

La manifestazione d’arte più importante del Medio Friuli ritorna il 18 settembre dall’alba al tramonto, a Codroipo in piazza Giardini, una cornice spettacolare, un’esposizione all’aria aperta. Gli artisti del Friuli Venezia Giulia, delle regioni vicine e alcuni ospiti dall’estero, esporranno un allestimento incantevole, con opere che non saranno esclusivamente espressioni pittoriche, ma anche oggettistica in diversi materiali e mosaici. Oltre i due concorsi consueti, la 21ma edizione presenta una novità: il trofeo "Un vigneto chiamato Friuli". Il circolo culturale artistico codroipese Quadrivium organizza e gestisce questa importante manifestazione con il patrocinio del comune e l’appoggio di alcune aziende, allo scopo di coinvolgere, far conoscere, emozionare il pubblico, con tavolozze, colori, pennelli e opere d’arte, per far vivere momenti magici mai dimenticati, in un teatro naturale. In pieno centro a Codroipo, attorniata da parcheggi gratuiti e incrociando le dita per l’aspetto meteorologico, si prospetta una ventunesima edizione coi fiocchi. Domenica 18 settembre 2016 dal mattino sino alle premiazioni verso le 18.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

I primi vent'anni sono andati, ora si pensa al futuro. La manifestazione d'arte più importante del Medio Friuli ritorna l'ultima domenica d'estate, il 18 settembre dalla mattina alla sera a Codroipo. In un periodo in cui è sempre più netto il distacco tra l'economia, il commercio, il denaro e gli artisti contemporanei, assume un ruolo essenziale una manifestazione come quella di piazza Giardini, una cornice spettacolare per un'esposizione all'aria aperta.

Mentre gli ippocastani e gli arbusti assumono i colori tipici dell'autunno regalando una pioggia di ricci e castagne, gli artisti del Friuli Venezia Giulia, delle regioni vicine e alcuni ospiti dall'estero, esporranno un allestimento incantevole, con opere che non saranno esclusivamente espressioni pittoriche, ma anche oggettistica in diversi materiali e mosaici.

Due concorsi paralleli per coinvolgere tutti i presenti: il primo con il giudizio del pubblico che sarà espressione delle preferenze, dopo aver visitato tutta la mostra e contemplato le opere esposte; il secondo concorso, la cui graduatoria sarà determinata da una giuria composta da esperti e presieduta dal sindaco Fabio Marchetti.

La novità di quest'anno sarà il trofeo "Un vigneto chiamato Friuli". Premio scaturito dalle menti di Pietro Pittaro (della famosa azienda agricola) e Pietro Fantini (presidente dell'associazione culturale Quadruvium) cui potranno partecipare tutti gli artisti che vorranno aderire al tema "l'uva e il vino nei suoi aspetti reali, simbolici, umani e paesaggistici".

La scorsa edizione è ricordata ancora come una manifestazione coronata da un'enorme e meritato successo di pubblico, presente dal mattino sino al termine delle premiazioni dopo le sei di sera. Una considerevole dimostrazione che quando le manifestazioni sono organizzate bene, molte persone le premiano con gioia e riscoperta passione per l'arte pittorica. Il successo ascrivibile al circolo culturale artistico codroipese Quadrivium che organizza e gestisce questa importante manifestazione con il patrocinio del comune e l'appoggio di alcune aziende, allo scopo di coinvolgere, far conoscere, emozionare il pubblico, con tavolozze, colori, pennelli e opere d'arte, per far vivere momenti magici mai dimenticati, in un teatro naturale.

In pieno centro a Codroipo, attorniata da parcheggi gratuiti e incrociando le dita per l'aspetto meteorologico, si prospetta una ventunesima edizione coi fiocchi. Domenica 18 settembre 2016 dal mattino sino alle premiazioni verso le 18.

Torna su
UdineToday è in caricamento