menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'inaugurazione della Stanza Multisensoriale

L'inaugurazione della Stanza Multisensoriale

Inaugurata la prima stanza multisensoriale interattiva della Fondazione ProgettoAutismoFvg

Grazie al sostegno economico del Lions di Udine e della Fondazione Lions International, si potranno fornire servizi a 90 famiglie del territorio

La nostra regione, e 90 famiglie del territorio, potranno contare sulla nuova stanza multisensoriale interattiva grazie a ProgettoAutismo Fvg e Lions di Udine. La struttura, la prima in Friuli Venezia Giulia, è stata inaugurata sabato 27 giugno.

L'inaugurazione

Lo spazio innovativo, che rappresenta una vera oasi del benessere per tutte le persone con autismo, è stato presentato alla presenza del vicepresidente regionale e assessore alla salute Riccardo Riccardi, del Sindaco di Tavagnacco Moreno Lirutti e di un ristretto gruppo di autorità locali e vertici lionistici, in ottemperanza alle disposizioni anti-assembramento imposte dal Covid-19.

Lo spazio

La stanza si compone di specifiche attrezzature e dispositivi utili per stimolazioni uditive, visive e sensoriali che hanno lo scopo di rendere efficaci le ore di svolgimento delle attività con importante funzione riabilitativa agli utenti con autismo. “Bisogna raccontare esperienze come questa – ha affermato il vicegorvernatore Riccardi, complimentandosi per la realizzazione del progetto pilota - luogo di verità ove è evidente l’impegno quotidiano di chi opera nella struttura e la generosità dei Lions volta a donare per abbattere le differenze, con l’auspicio di una maggior alleanza fra istituzioni e volontariato per pervenire ad un cambiamento culturale nell’affrontare le fragilità”.

Sostegno

“Questa stanza rappresenta tantissimo per i nostri ragazzi – dichiarano Elena Bulfone, presidente ed Enrico Baisero direttore generale Fondazione ProgettoAutismo Fvg - è un sogno che si avvera: innanzitutto sarà un luogo di rinforzo ovvero una piacevole 'ricompensa' per i nostri utenti con autismo, sia bambini che adulti, in quanto i premi per loro rappresentano uno stimolo reale per spingerli a portare a termine le attività proposte della giornata; ma anche una stanza dedicata alla riabilitazione dove grazie alla realtà virtuale determinati stimoli aiuteranno i ragazzi a migliorare la qualità del loro movimento”.

La donazione

Uno schermo di realtà virtuale, una grande piscina con le palline, cuscinoni con vibrazioni per il rilassamento muscolare, giochi di luci e cascate luminose a Led colorate, pareti imbottite e insonorizzate caratterizzeranno lo spazio di 90 metri quadrati. Un progetto dal sapore tutto tricolore reso grazie alla stretta collaborazione di due ditte italiane specializzate del settore: la EasyLabs di Torino e la Behaviour Labs di Catania. Guido Cavatore, presidente del Lions Club Udine Lionello, affiancato da Stefano Toppano past president dello stesso Club e grande amico della Fondazione ProgettoAutismo Ffvg, ha espresso soddisfazione ricordando come è importante per ogni Lion assolvere al motto “We serve” con l’orgoglio di appartenere ad un’associazione che è attiva per colmare i bisogni delle persone meno fortunate. “La felicità negli occhi dei genitori e l’interesse dei ragazzi nell’utilizzare il nuovo spazio ci ha ripagato di tutto – ha dichiarato Anna Bracaglia, socia del LC Lionello Udine, coordinatrice e presidente del progetto – siamo entusiasti di aver reso reale questo speciale ambiente, pensato circa un anno fa’ e reso possibile con l’impegno dei 5 Lions Clubs di Udine che si sono uniti per la raccolta dei fondi necessari e che la Fondazione Lions International dagli Usa ha duplicato per raggiungere la cifra complessiva di 40mila euro. I referenti americani hanno accolto e capito la grande necessità di questo progetto innovativo, destinato agli utenti della Comunità del Friuli Venezia Giulia e non solo, per colmare un bisogno sociale di grande importanza”.

Gli studi

La stanza, inoltre, sarà oggetto di sperimentazione in quanto renderà possibile lo studio dell’efficacia della riabilitazione grazie all’utilizzo delle attrezzature contenute in questo spazio: partirà a breve il lavoro di un’equipe di neuroscienziati delle Università di Udine e di Trieste che sarà un progetto pilota, unico nel suo genere nella nostra Regione che permetterà di riabilitare soprattutto persone adulte con autismo, che purtroppo non sono mai state contemplate dai servizi del Snn che prevede percorsi dedicati solo fino all’età di 18 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 22 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento