Il Lions Club Udine Host ha chiuso alla Fantoni il ciclo di incontri dedicato alle eccellenze economiche friulane

Marinig: “Si tratta di realtà che hanno saputo innovare e portare benessere mantenendo uno stretto legame con la comunità”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Si è concluso alla Fantoni di Osoppo il ciclo di incontri organizzato dal Lions Club Udine Host e dedicato alle eccellenze economiche friulane. Una delegazione dell’associazione, fondata nel 1955 e che si occupa di raccogliere fondi da destinare a progetti di “service” di carattere umanitario, sociale, sanitario, culturale ed educativo, ha infatti fatto visita all’azienda friulana, accolta dal presidente Giovanni Fantoni, dal vicepresidente Paolo Fantoni e dal consigliere delegato Tullio Bratta. “Dopo la pausa forzata a causa dell’emergenza Covid-19 – spiega il presidente dell’organizzazione Renzo Marinig – abbiamo potuto chiudere questa serie di appuntamenti che ci ha permesso di affrontare diverse tematiche di carattere economico e di porre l’accento su alcune delle realtà che negli anni hanno saputo trovare il proprio spazio sul mercato fino a diventare tra le più importanti in Italia, nel proprio settore. Quello che il Friuli è, oggi, lo dobbiamo anche a questi “capitani coraggiosi” che hanno portato le proprie aziende all’eccellenza restando con le radici ben piantate nel territorio e dimostrando una grande sensibilità anche verso il sociale”. Il ciclo di incontri è stato aperto dal professor Mario Robiony, docente di Storia economica presso l’Università degli Studi di Udine, che ha ripercorso le principali tappe dello sviluppo economico in terra friulana; è toccato poi a Massimo Paniccia, presidente e ad di Solari Udine spa, a Germano Scarpa, presidente di Biofarma Group di Mereto di Tomba, illustrare la storia delle proprie imprese mentre Enzo Gasparutti, già presidente di Idealservice e Legacoop Fvg, si è occupato di sostenibilità e di economia circolare. “La visita alla Fantoni, fresca della Menzione d’Onore al Compasso d’Oro con il progetto Woods – prosegue Marinig – è dunque un’altra tappa importante nella creazione di una rete fra le imprese e la nostra associazione, iniziata due anni fa con l’incontro dedicato alla Danieli di Buttrio. E’ anche da queste sinergie che possono nascere progetti di solidarietà con ricadute positive sul territorio”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento