menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Giro d'Italia 2020 incontra le Frecce Tricolori

Dalla base militare per la prima volta nella storia del Giro partirà una delle tappe più importanti

Sarà una delle eccellenze del Friuli Venezia Giulia riconosciute a livello internazionale a fare da partenza per una delle tappe del Giro d'Italia 2020, ovvero la base di Rivolto da cui si alzano in volo le Frecce Tricolori.

L'annuncio

Alla presenza del vicegovernatore Riccardo Riccardi, del patron della gara ciclista rosa, Mauro Vegni, del direttore generale di Rcs sport, Paolo Bellino, del project manager Enzo Cainero nonché del comandante del Secondo stormo, Andrea Amadori, e del comandante delle Frecce tricolori, Gaetano Farina, il governatore Massimiliano Fedriga ha evidenziato la necessità di programmare con accuratezza l'evento perché possa garantire alla Regione un importante ritorno di immagine.

La tappa

Per la prima volta nella storia del Giro d'Italia e proprio dall’interno dalla base partirà una delle tappe più importanti. Queta sarà anche l'occasione per celebrare i 60 anni della stagione acrobatica della PAN (Pattuglia Acrobatica Nazionale). Le Frecce non sono però nuove all'esibizione durante il Grio: la prima volta nel 2009, durante il passaggio della corsa proprio sulla pista dell'areoporto militare e nel 2014 quando la corsa si è chiusa a Trieste. 

Le tappe future

Al momento non è ancora noto il contenuto del trittico che porterà il Giro in Friuli Venezia Giulia dal 2020 al 2022. Tra le ipotesi, la possibilità di un passaggio nelle zone della laguna. "Questo - ha detto - è un ambiente di grande suggestione che, se presentato al pubblico del Giro, potrebbe andare a colpire la platea di spettatori facendoli diventare potenziali turisti della nostra regione".

La protezione civile

Riccardi, dal canto suo, ha assicurato che anche per la tappa del 2020 con partenza da Rivolto la Protezione civile sarà presente per garantire il supporto logistico e di sicurezza, così come è avvenuto in passato. «I nostri volontari - ha spiegato il vicegovernatore - sono ormai diventati il pilastro per l'organizzazione delle tappe del Giro d'Italia in Friuli Venezia Giulia. L'esperienza dello Zoncolan è diventata un modello per molte altre grandi competizioni; in occasione di uno straordinario evento come quello programmato per il prossimo anno, sono certo che la Protezione civile saprà dare ancora una volta prova della propria grande professionalità e competenza». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento