menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Frecce Tricolori in volo su Friuli Doc

La Pan volerà durante la cerimonia di inaugurazione della 24a edizione della festa. Intanto, il testimone per l'organizzazione delle attività legate alla manifestazione passa da Ersa a PromoTurismo Fvg

La 24a edizione di Friuli Doc sarà aperta dal sorvolo delle Frecce Tricolori sulla città durante la cerimonia di inaugurazione in programma giovedì 13 settembre alle 17:30. Intanto, il testimone per l'organizzazione della festa passa dall'agenzia Ersa a PromoTurismo Fvg.

Le Frecce

"Le Frecce Tricolori sono il simbolo del Friuli e del nostro paese" - ricorda Maurizio Franz, Assessore alle Attività produttive, Turismo e Grandi eventi del Comune di Udine -. Penso sempre a un'utenza straniera e internazionale, non solo alla vicina Austria, ma tutta all'area strategica della Mitteleuropa. Importante quindi che vengano a Friuli Doc turisti da queste aree, per far conoscere le nostre eccellenze".

Friuli Doc 2018: tutte le informazioni

Sappada

Altra importante novità di quest'anno è Sappada. "Voglio dare un benvenuto in Friuli a Sappada, e anche un benvenuto a Friuli Doc" - dichiara Franz. Durante la manifestazione infatti la località dolomitica sarà presente grazie all'esibizione folkloristica. "Questo è un messaggio di benvenuto per questa città, che rappresenta un'altra eccellenza che è entrata in Friuli".

Cambio di testimone

La 24a edizione di Friuli Doc sarà l'ultima edizione in cui l'Agenzia Regionale per lo sviluppo rurale, Ersa, sarà presente in via Mercato Vecchio, in piazza Matteotti e in tutte le altre aree del centro della città. Dal prossimo anno infatti le attività legate alla manifestazione saranno in mano a PromoTurismo Fvg. "Il percorso per il futuro prevede che il prossimo anno il nostro partner per Friuli Doc sia Turismo Fvg, ma Ersa comunque continuerà a partecipare alla manifestazione" - dichiara l’Assessore regionale alle Risorse agroalimentari e forestali, Stefano Zannier - ."Per fare promozione servono dei servizi che siano impostati e che abbiano una logica di lavoro legata ai metodi della promozione, dal marketing al sapere come muoversi e come strutturare le proposte. E' difficile che un ente tecnico possa fare promozione. Noi invece abbiamo necessità di una promozione a 360 gradi del Friuli Venezia Giulia, per cui chi lo deve fare è Turismo Fvg. Per la parte più legata al prodotto, noi ci impegneremo ad alzare sempre di più il livello qualitativo delle nostre produzioni, a dare quel supporto e quella garanzia legata alla qualità, e quel supporto tecnico legato alla parte agricola, che oggi necessita di questo passaggio. Quindi far fare una determinata attività a chi la da fare meglio". Nella mani di Ersa rimarranno quelli che sono i meccanismi di garanzia dei prodotti: marchi, consorzi, innovazioni. Il cambio di testimone è stato accolto positivamente dall'Agenzia, "questa è una decisione del consiglio regionale, e si rispetta. Rientra nell'intervento regionale nel settore agroalimentare".

Regione e aziende

"L'amministrazione regionale è madre, non matrigna" - dichiara Zannier - "Indispensabile è quindi un legame con tutti gli operatori di qualunque evento. La regione è supporto, partnership e non solo legislatore e controllore.E' indispensabile creare rapporti per i quali le aziende del settore agroalimentare vedano la regione come supporto, come avveniva in passato. Bisogna ritornare alla semplicità dei rapporti, cosa che permette di creare risultati più proficui per tutti". Oltre a rapporti più stabili con le aziende del proprio territorio, la regione punta sulla qualità. "Il Friuli è capace di produrre qualità in tutte le sue forme. La nostra regione si deve far riconoscere al di fuori dei confini puntando sulla qualità. Dobbiamo imparare a venderci meglio verso l'esterno, e dobbiamo imparare a essere più orgogliosi di quello che abbiamo e progettare iniziative verso un miglioramento continuo. L'agricoltura rappresenta un comparto importante sul quale si basa la maggior parte della forza della regione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento