Folklore, al via i 5 grandi festival del Friuli Venezia Giulia

Tra luglio e agosto 2019 la regione diventerà punto di riferimento per le danze e musiche folcloristiche internazionali grazie a cinque grandi festival in cui si esibiranno alcuni tra i migliori gruppi provenienti da ogni parte del mondo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Tra luglio e agosto 2019 il Friuli Venezia Giulia diventerà punto di riferimento per le danze e musiche folcloristiche internazionali grazie a cinque grandi festival in cui si esibiranno alcuni tra i migliori gruppi provenienti da ogni parte del mondo. Il tutto grazie alla regia delle associazioni organizzatrici e dell’Unione Gruppi Folcloristici del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e il Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro Loco d’Italia. Alla presentazione delle rassegne nella sede della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia a Udine sono intervenuti: Gianni Bressan, Presidente Unione Gruppi Folcloristici del Fvg; Valter Pezzarini, Presidente Comitato regionale Pro Loco FVG; Alessio Moretto, Presidente Associazione folcloristica giovanile regionale; Fausto Di Benedetto, Presidente Gruppo folcloristico Pasian di Prato; Salvatore Brunno, Presidente Pro Loco Aviano; Michele Gasparetto, Presidente Gruppo folcloristico "F. Angelica - Danzerini di Aviano" e Direttore artistico del Festival; Danilo Signore, Assessore del Comune di Aviano; Massimo Boldi, Presidente Gruppo folkloristico Chino Ermacora; Stefano Minniti, Presidente Associazione culturale Etnos; Fabrizio Oreti, Assessore alla cultura del Comune di Gorizia; Mauro Di Bert, Consigliere regionale Regione FVG (delegato dall'Assessore al turismo Sergio Emidio Bini) “Eventi - sottolinea Valter Pezzarini, presidente del Comitato delle Pro Loco regionali - che sono una preziosa occasione di incontro fra diverse culture, non solo tra i gruppi partecipanti ma anche tra gli stessi danzatori e il pubblico. L'opera culturale e sociale di queste manifestazioni è fondamentale e aiuta a promuovere ancora di più l'immagine del Friuli Venezia Giulia a livello internazionale".

I festival

Gli eventi partiranno con il 20mo Festival Mondiale del Folclore Giovanile Friuli Venezia Giulia, organizzato dall'Associazione Folcloristica Giovanile Regionale in sei località (Capriva del Friuli, Roveredo in Piano, Udine, Pordenone, Arta Terme e Cormòns) dal 4 al 9 luglio. Quest’anno calcheranno i palcoscenici gruppi folcloristici provenienti da Bulgaria, Grecia, Russia e Taiwan nonché i gruppi giovanili friulani (questi ultimi apriranno gli spettacoli di ogni serata). Dal 18 al 23 luglio si proseguirà con la 23ma edizione di Folklorama organizzata dal Gruppo Folcloristico Pasian di Prato: anche in questo caso formula itinerante in sei località udinesi (oltre alla stessa Pasian di Prato ci sono Fagagna, Cassacco, Pradamano, Bressa di Campoformido e San Giorgio di Nogaro) con esibizioni di gruppi provenienti dalla Repubblica Ceca, dagli Stati Uniti e dal Sudafrica insieme ai padroni di casa pasianesi. La Pro Loco di Aviano è invece l’anima del 51mo Festival Internazionale del Folklore Aviano – Piancavallo, in programma dal 3 al 15 agosto con vari spettacoli itineranti sul territorio regionale (oltre al territorio avianese saranno toccati anche Villa Santina, Sappada, Sacile, Trieste, Talmassons, Barcis e Pordenone). Attesi gruppi da Russia, Ecuador, India, Messico, Polonia, Grecia e per l’Italia i Danzerini di Aviano padroni di casa. La presenza del gruppo greco, proveniente dalla cittadina di Larissa, è particolarmente toccante: 40 anni fa, infatti, durante una tournée in terra ellenica, l'autobus dei Danzerini avianesi ebbe un grave incidente e 7 passeggeri, tra membri del gruppo, autisti e accompagnatori, persero la vita proprio a Larissa. Previsti dei momenti di ricordo ufficiali. A Tarcento, con il Gruppo Folkloristico Chino Ermacora, dal 15 al 21 agosto si terrà il 50mo Festival dei Cuori. Si esibiranno gruppi da Costa d’Avorio, Cile (Isola di Pasqua), Cuba, India, Macedonia, Perù, Polinesia Francese (Isole Marchesi), Russia (Kamchatka) e Italia (lo stesso Chino Ermacora di Tarcento e gli Sbandieratori dei Rioni di Cori). Il festival si svilupperà tra Tarcento e le località di Gemona del Friuli, Lignano Sabbiadoro e Udine più la slovena Bovec. A chiudere la serie di appuntamenti il 49mo Festival Mondiale del Folklore “Castello di Gorizia”, organizzato dal 22 al 25 agosto dall’Associazione Culturale Etnos. A differenza degli altri festival, tutti itineranti, questo si svolgerà interamente nella città isontina con gruppi folkloristici e complessi musicali provenienti da Austria, Costa d’Avorio, Croazia, Cuba, India, Regno Unito (Irlanda del Nord), Polinesia Francese (Isole Marchesi), Russia (Kamchatka), Perù, Slovenia e Italia. Tutti i programmi dettagliati sono reperibili sul sito www.ugf-fvg.org

Torna su
UdineToday è in caricamento