L’assessore Del Torre ha inaugurato i “Zûcs” del Fogolâr Civic

In scena il celebre “pindul pandul” probabilmente ereditato dagli antichi egizi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Sono noti gli antichissimi legami e scambi tra Aquileia e l'Egitto. Rientra forse tra questi anche il celebre gioco friulano del "pindul pandul", senz'altro caro alle generazioni non più giovanissime dei borghi udinesi e dei paesi del Friuli? Pare che il gioco fosse già in voga presso gli Egizi. Proprio con quello s'è inaugurata, a Udine, presso la fontana di Piazza San Giacomo, l'iniziativa "Zûcs di Udin di une volte", promossa dal movimento culturale "Fogolâr Civic" e dal Circolo Universitario Friulano "Academie dal Friûl" presieduti dal prof. Alberto Travain, iniziativa curata dai soci Sergio Bertini e Franco Dorigo, che con cadenza quindicinale proporranno dimostrazioni di giochi popolari della tradizione locale coinvolgendo volta per volta anche un amministratore municipale. Mercoledì 10 è toccato all'assessore dott.ssa Cinzia Del Torre inaugurare il ciclo di dimostrazioni. Da un lato, insomma, curiosità, dall'altro voglia di raccontare e di condividere care memorie di gioventù nel capannello di gente raccoltasi attorno alla fontana di Giovanni da Udine. Tra questi, il signor Vittorio Corazza, che ha portato ricordi da borgo Villalta, altri dai borghi Gemona, San Lazzaro, da Basiliano, Tissano… Una Udine, insomma, e un Friuli davvero riuniti dall'amarcord del tempo in cui i giovani s'incontravano per giocare in piazza… È intervenuto all'iniziativa anche il presidente del Club UNESCO di Udine, prof. Renata Capria D'Aronco.

Torna su
UdineToday è in caricamento