Fifty design competition, la mostra

Julia Marmi, la storica azienda friulana, leader nell’estrazione e lavorazione di pietra piasentina, presenta in mostra i risultati del concorso di design Fifty, lanciato lo scorso luglio per celebrare i 50 anni di attività dell'azienda e esplorare le potenzialità progettuali di questo materiale unico.

La mostra, realizzata in collaborazione con il Comune di Cividale del Friuli, con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Udine, con ADI Design Friuli Venezia Giulia e con l'Accademia di Belle Arti GB Tiepolo di Udine e di Civiform di Cividale, presenta i 52 progetti partecipanti e il prototipo del lavabo vincitore "Colosso" dell’architetto Luca Maci - è stata assegnata anche una menzione speciale al lavabo Eye 2018 disegnato dal designer Pier Paolo Zanchin.

L'esibizione viene presentata nella suggestiva Chiesa di Santa Maria dei Battuti a Cividale del Friuli. L'allestimento è curato da Davide Vercelli e le grafiche e il catalogo sono di Lorenzo Capobianchi, Irene Pinatto e Gianluca Cumin (studenti dell’Accademia di Belle arti di Udine). Le 52 proposte di progetto in Pietra Piasentina - arredi e rivestimenti - destinate all'area bagno o Wellnes, indoor o outdoor, valorizzano la storia e il brand Julia Marmi e esaltano le caratteristiche di questo materiale, quali robustezza, buona lavorabilità e particolare cromaticità come richiesto nel concorso. Un'attenzione particolare è stata posta sulla sostenibilità, tema a cui Julia Marmi è particolarmente sensibile. La premiazione dei progetti vincitori si è svolta durante la fiera Cersaie 2018 di cui l'azienda è espositore.

In mostra sono presenti anche i risultati del concorso del nuovo logo aziendale proposto per il proprio cinquantesimo (nel 2018), rivolto agli studenti del Corso di Grafica del Civiform di Cividale.

Nella saletta adiacente sarà esposta l'opera Genoma, recentemente presentata alla MilanDesign Week (collezione Hoperaperta): il progetto firmato da Federico Spagnulo e realizzato da Julia Marmi in pietra piasentina è ispirato appunto, al genoma umano. Federico Spagnulo indaga la relazione che si crea tra significante e significato in un oggetto di uso comune. La tensione e la complementarietà tra questi due protagonisti della semantica, determinano un nuovo modo di ideare e costruire gli oggetti. La scelta del significato è ricaduta su un patrimonio prezioso e fondamentale, quell’insieme di informazioni che costituiscono il Genoma umano, che assume la forma di una decorazione da parete realizzata in Pietra Piasentina. La mostra è aperta dall' 9 al 13 maggio 2019 presso la Chiesa di Santa Maria dei Battuti a Cividale del Friuli .
Opening h18 – mercoledì 8 maggio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • A Udine ripartono le mostre d'arte: "Lorenzo Missoni _ Pensiero. Poetico."

    • dal 29 maggio al 19 settembre 2020
    • Kobo Shop
  • Opere d'arte tra la natura: riapre il parco Braida Copetti

    • Gratis
    • dal 11 giugno al 5 luglio 2020
    • Parco sculture "Braida Copetti"

I più visti

  • "Bluewater", il film girato a Cividale esce su Vimeo

    • dal 22 marzo 2020 al 22 marzo 2021
  • A Udine ripartono le mostre d'arte: "Lorenzo Missoni _ Pensiero. Poetico."

    • dal 29 maggio al 19 settembre 2020
    • Kobo Shop
  • Workshop di marketing sportivo

    • 20 giugno 2020
  • Opere d'arte tra la natura: riapre il parco Braida Copetti

    • Gratis
    • dal 11 giugno al 5 luglio 2020
    • Parco sculture "Braida Copetti"
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    UdineToday è in caricamento