menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si rinnova la tradizione della Fiaccolata sul Monte Lussari

Una tradizione iniziata 47 anni fa, quando un gruppo di amici decise scendere sulla pista Di Prampero, di circa 3,5 km, vestiti con gli abiti della tradizione portando una fiaccola in mano

Quella della Fiaccolata sul Lussari è una tradizione iniziata 47 anni fa, quando un gruppo di amici decise scendere sulla pista Di Prampero, di circa 3,5 km, vestiti con gli abiti della tradizione portando una fiaccola in mano.
Erano in 20, oggi sono più di 250 i fedelissimi che ogni anno disegnano questo serpentone di fiaccole che per 45 minuti regala coreografie uniche per i turisti vicini e lontani. Il paese si mobilita sia prima che dopo, nella preparazione delle fiaccole, con i mastri
fiaccolatori che da generazioni studiano i materiali migliori per realizzazione delle fiaccole, con gli artigiani che progettano il gadget dell’anno -fatto a mano- e con tutti gli abitanti di Camporosso che diventa capitale, per un giorno, della buona sorte evocata proprio dalla
fiaccolata.
La procedura è sempre quella, da generazioni: i pretendenti che vogliono diventare fiaccolatori danno la loro disponibilità a partecipare, il comitato dell’Unione Sportiva Camporosso AD valuta la capacità tecnica dello sciatore e poi, passato l’esame, sono ufficialmente arruolati nel gruppo dei fiaccolatori.
Una tradizione che attira visitatori da tutta la Macroregione, con turisti che attendono con fermento il momento della discesa. Per questo, la telecabina del Lussari rimane aperta eccezionalmente fino alle 18:15 così gli spettatori possono assistere alla kermesse da più
luoghi e con più vedute. A precedere la fiaccolata degli adulti in partenza per le 18.30, nel pomeriggio si destreggiano i bambini che partono, con entusiasmo, alle 16:30 imitano i grandi in questa discesa benaugurale.
"L'Unione Sportiva Camporosso AD ha l'onere e l'onore di sostenere la Fiaccolata del Lussari che rappresenta un evento di valore per il territorio e lo vogliamo fare proiettandoci a quella che nel 2023 sarà la 50° edizione della manifestazione. Quasi mezzo secolo, di un appunta- mento che è andato crescendo e, arricchendosi di anno in anno, è arrivato ad oggi ad essere un'attrattiva importante per l'intera regione FVG. Il mio compito è quello di guidare l'US Camporosso verso questo traguardo e ringrazio sin d'ora tutto il gruppo di lavoro e gli appassionati che da mesi stanno lavorando affinché anche questo primo gennaio le fiaccole possano illuminare la Di Prampero". Queste le dichiarazioni di Damiano Matiz, Presidente US Camporosso AD.

Aspettando la Fiaccolata

Saranno quattro gli appuntamenti nei locali del luogo ospiteranno il tour Aspettando la Fiaccolata ed in serate diverse daranno la possibilità di iscriversi alla manifestazione:
26 dicembre 2019_La Bettola, dalle 16.00 alle 19.00
28 dicembre 2019_ Bar Lory a Camporosso_ dalle 16.00 alle 19.00
29 dicembre 2019_Green Wood snack bar Camporosso_ 16.00 alle 19.00
30 dicembre 2019_Bar Stella d’Oro Camporosso_Serata con i Bierbusters dalle 19 alle 21

I 20 motivi per non perderla

Per l’edizione 2020, lavorando nella prospettiva della manifestazione dei 50° anniversario, l’US Camporosso AD ha deciso di stilare una lista dei 20 motivi per i quali la Fiaccolata, almeno una volta nella vita, va vista:

1. Perché è la più lunga Fiaccolata in Costume delle Alpi Giulie
2. Perché partecipano almeno 250 fiaccolatori
3. Perché il paese si mobilita per la preparazione festa
4. Perché le fiaccole vengono prodotte a mano, seguendo una procedura rodata negli anni
5. Perché si può vedere anche la fiaccolata junior, che anticipa di due ore quella degli adulti in
costume tradizionale
6. Perché la festa inizia lassù, sul Lussari e finisce a Camporosso
7. Perché la telecabina rimane aperta fino alle 18:15 per permettere di assistere alla fiaccolata
8. Per il suo significato: buona sorte a tutti nel primo giorno del nuovo anno
9. Perché si può partecipare anche agli eventi del “Aspettando la Fiaccolata”: 4 serate per
creare attesa e racconto
10. Per vedere i fiaccolatori storici, alcuni, dalle prime edizioni
11. Perché ora è cresciuta ma, nella prima edizione di 47 anni fa, erano solo 20, i fiaccolatori
12. Perché mancano solo 3 anni all’anniversario dei 50°
13. Perché Urbano Pufitsch prima, il figlio Walter poi e lo staff di Massimo Zambenedetti ora,
producono ogni anno circa 600 fiaccole
14. Perché per 45/60 minuti la Pista Di Prampero si trasforma in un alberello di Natale
15. Per sostenere i fiaccolatori dell’Associazione Sport X All con gli atleti diversamente abili
16. Perché il clima è festoso e la comunità accogliente
17. Per il vin brulè ed i mercatini in paese
18. Per scaldarsi al falò creato delle torce a fine discesa

19. Perché la Fiaccolata comunque viene fatta ogni anno e, anche quando non c’è neve, è tradi-
zione farla a piedi

20. Per il dj set, la musica, l’intrattenimento e il divertimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento