Eventi Majano

Il Festival di Majano dona l'incasso di Ferragosto alla terapia intensiva di Udine

"Ci è sembrato giusto poter contribuire in qualche modo – ha commentato il presidente della Pro Majano, Daniele Stefanutti –. Grazie al grande lavoro dei medici abbiamo potuto superare una fase davvero complicata e poter ripartire anche con manifestazioni che fino a tre mesi fa sembravano irrealizzabili"

La Pro Majano, associazione che organizza il Festival, dona 4 mila euro al Dipartimento di anestesia e rianimazione del Santa Maria della Misericordia di Udine, diretto dal dottor Amato De Monte. La cifra servirà ad implementare il sistema di informatizzazione del dipartimento, sostenendo in questo modo le terapie intensive dell’Ospedale di Udine per l’emergenza coronavirus.

Un bel gesto, frutto dell’iniziativa culminata con l’organizzazione dello spettacolo “A un metro da te”, che ha visto la Powerful Gospel Chorale, mass choir di livello nazionale diretto da Alessandro Pozzetto, sul palco lo scorso Ferragosto. Proprio il ricavato del concerto, che ha visto l’afflusso di centinaia di persone, è stato devoluto alla struttura sanitatia. Un'iniziativa che vuole essere un atto di gratitudine della comunità di Majano verso chi ha contribuito con sacrificio e impegno a superare la difficile situazione causata dalla pandemia nei mesi scorsi.

Daniele Stefanutti

Daniele Stefanutti-2

“A chiusura del Festival ci è sembrato giusto poter contribuire in qualche modo con una donazione – ha commentato il presidente della Pro Majano, Daniele Stefanutti –. Grazie al grande lavoro dei medici abbiamo potuto superare una fase davvero complicata e poter ripartire anche con manifestazioni che fino a tre mesi fa sembravano irrealizzabili. Il successo riscontrato dal 60° Festival di Majano dunque è merito anche di chi ha fronteggiato la pandemia in prima persona, per questo un nostro contributo ci è sembrato doveroso”. 
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Festival di Majano dona l'incasso di Ferragosto alla terapia intensiva di Udine

UdineToday è in caricamento