Il Festival di Majano dona l'incasso di Ferragosto alla terapia intensiva di Udine

"Ci è sembrato giusto poter contribuire in qualche modo – ha commentato il presidente della Pro Majano, Daniele Stefanutti –. Grazie al grande lavoro dei medici abbiamo potuto superare una fase davvero complicata e poter ripartire anche con manifestazioni che fino a tre mesi fa sembravano irrealizzabili"

Il Festival di Majano (immagine d'archivio)

La Pro Majano, associazione che organizza il Festival, dona 4 mila euro al Dipartimento di anestesia e rianimazione del Santa Maria della Misericordia di Udine, diretto dal dottor Amato De Monte. La cifra servirà ad implementare il sistema di informatizzazione del dipartimento, sostenendo in questo modo le terapie intensive dell’Ospedale di Udine per l’emergenza coronavirus.

Un bel gesto, frutto dell’iniziativa culminata con l’organizzazione dello spettacolo “A un metro da te”, che ha visto la Powerful Gospel Chorale, mass choir di livello nazionale diretto da Alessandro Pozzetto, sul palco lo scorso Ferragosto. Proprio il ricavato del concerto, che ha visto l’afflusso di centinaia di persone, è stato devoluto alla struttura sanitatia. Un'iniziativa che vuole essere un atto di gratitudine della comunità di Majano verso chi ha contribuito con sacrificio e impegno a superare la difficile situazione causata dalla pandemia nei mesi scorsi.

Daniele Stefanutti

Daniele Stefanutti-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“A chiusura del Festival ci è sembrato giusto poter contribuire in qualche modo con una donazione – ha commentato il presidente della Pro Majano, Daniele Stefanutti –. Grazie al grande lavoro dei medici abbiamo potuto superare una fase davvero complicata e poter ripartire anche con manifestazioni che fino a tre mesi fa sembravano irrealizzabili. Il successo riscontrato dal 60° Festival di Majano dunque è merito anche di chi ha fronteggiato la pandemia in prima persona, per questo un nostro contributo ci è sembrato doveroso”. 
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento