Eventi Centro / Via Fabio Asquini, 23

FEFF23, il programma di domani: un vero e proprio viaggio tra i generi

Dalla delicatezza di Wheel of Fortune and Fantasy alla ferocia di Last of the Wolves, passando per l’inno ambientalista di Anima.

FEFF23

Non sono tre episodi quelli che compongono Wheel of Fortune and Fantasy: sono tre movimenti, come se la sceneggiatura fosse musica. Tre splendide partiture cinematografiche dedicate alle conseguenze dell’amore e del destino. Quanto può influire sulla nostra vita un semplice imprevisto? Premiato con l’Orso d’Argento all’ultima Berlinale, il nuovo capolavoro del giapponese Hamaguchi  Ryusuke (PassionHappy HourAsako I & II) è decisamente uno dei titoli forti della quinta giornata del Far East Film Festival di Udine. Una giornata che contiene tutti i colori del FEFF 23 e spazia, attraverso i generi, dalla Cina alle Filippine, da Taiwan alla Corea del Sud, passando (appunto) per il Giappone di Hamaguchi.

I titoli

Proprio dal Giappone arriva anche un altro titolo forte, forte in tutti i sensi, particolarmente atteso dai Fareasters di lungo corso: stiamo parlando del nerissimo Last of the Wolves di Shiraishi Kazuya. Se Wheel of Fortune and Fantasy, tanto minimale nella forma quanto vivido nella carica emozionale, disegna quattro intensi personaggi femminili alle prese con i propri sentimenti, con la propria immaginazione e con l’imprevedibile geometria delle coincidenze e delle casualità, Last of the Wolves ci trascina invece dentro un mondo buio come la notte e rosso come il sangue: quello del poliziotto corrotto Shuichi e dek sadico gangster Uebayashi. I due uomini si contendono il controllo della Yakuza e danno vita a una crime story feroce e memorabile, riaccendendo le atmosfere incandescenti di The Blood of Wolves (presentato a Udine nel 2018).  

Se poi le Filippine ci regalano le inquietudini del thriller Fan Girl di Antoinette Jadaone e l’umanità di A is for Agustin di Grace Simbulan, Taiwan di regala i segreti di Dear Tenant di Cheng Yu-chieh e la Corea del Sud continua a viaggiare dentro il focus dedicato al grandissimo Yoon Jong-bing: dopo Kundo, ecco l’imperdibile Beastie Boys. Ma è dalla Cina che arriva il primo inno ambientalista della line-up: Anima di Cao Jinling. Fra ecologia, mitologia e folklore, il film racconta la storia di Linzi: dall’infanzia in mezzo alla natura alla lotta per trovare il suo posto in mondo sempre più soffocato dal cemento… 

Ricordiamo che il Far East Film Festival 23 si sta svolgendo sia in versione fisica, al Visionario e al Cinema Centrale di Udine, sia in versione digitale, sulla piattaforma gestita con il supporto tecnico di MYmovies.

Il Programma

Visionario

Ore 8.45

FAN GIRL

Regia di Antoinette Jadaone

(Filippine, 2020)

Dalle 10.30 alle 12.30

FEFF Talk in diretta streaming

Oggi si parla del cinema di Hamaguchi Ryusuke e di Poteri e segreti, il focus dedicato al mitico regista coreano Yoon Jong-bing.

Ore 11.00

ANIMA

Regia di Cao Jinling

(Cina, 2021)

Ore 11.15

BEASTIE BOYS

Regia di Yoon Jong-bin

(Corea del Sud, 2008)

Ore 13.30

OFFICE ROYALE

Regia di Seki Kazuaki

(Giappone, 2021)

Ore 14.00

A IS FOR AGUSTIN

Regia di Grace Simbulan

(Filippine, 2019)

Ore 15.45

LAST OF THE WOLVES

Regia di Shiraishi Kazuya

(Giappone, 2021)

Ore 16.15

MONEY HAS FOUR LEGS

Regia di Maung Sun

(Myanmar, 2020)

Ore 18.45

DEAR TENANT

Regia di Cheng Yu-chieh

(Taiwan, 2020)

Ore 21.15

SUDDENLY IN DARK NIGHT

Regia di Go Yeong-nam

(Corea del Sud, 1981)

 

 

 

Arena all’aperto del Visionario

Ore 21.45

WHEEL OF FORTUNE AND FANTASY

Regia di Hamaguchi Ryusuke

(Giappone, 2021)

Cinema Centrale

Ore 16.30

ANIMA

Regia di Cao Jinling

(Cina, 2021)

Ore 19.30

ONE SECOND CHAMPION

Regia di Chiu Sin-hang

(Hong Kong, 2020)

Ore 22.00

KUNDO: AGE OF THE RAMPANT

Regia di Yoon Jong-bin

(Corea del Sud, 2014)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FEFF23, il programma di domani: un vero e proprio viaggio tra i generi

UdineToday è in caricamento