Far East Film Festival, edizione numero 22

Il programma di quest'anno conta 46 film, di cui 4 prime mondiali, e tanti contenuti online. Appuntamento dal 26 giugno al 4 luglio 2020 in una nuova versione

Una scena tratta dal film LabyrinthOfCinema

Quello di quest'anno sarà un Far East Film Festival particolare. La 22esima edizione, infatti, in programma dal 26 giugno al 4 luglio, si trasforma in un grande evento digitale, conservando comunque l'obiettivo primario del festival: indagare un territorio, l'Asia, e presentare il meglio delle sue produzioni cinematografiche popolari.

Come seguire il Far East Film Festival su MyMovies.it

Il programma di martedì 30 giugno

Il programma di sabato 27 giugno

Il programma di venerdì 26 giugno

La festa digitale, dal 26 giugno al 4 luglio

Come si svolgerà

La base operativa del festival si sposterà da Udine a MYmovies.it, ma sarà garantita anche quest'anno una full immersion nel cuore del "lontano Est", con 46 film provenienti da 8 paesi (Cina, Hong Kong, Taiwan, Corea del Sud, Giappone, Filippine, Indonesia e Malesia). Alcuni titoli saranno disponibili worldwide, alcuni solo per il territorio europeo e alcuni solo per l’Italia. Le prime mondiali saranno 4, le prime internazionali saranno 12, quelle europee saranno 10 e quelle italiane saranno 17.

Online

La rete, quindi, diventerà il punto d'incontro del popolo fareastiano, chiamato a incoronare con i Gelsi (realizzati da Idea Prototipi) i vincitori degli Audience Awards e chiamato a condividere i video-saluti degli attori e dei registi e i talk di approfondimento con i grandi nomi del cinema asiatico. Sempre sul web, spazio anche al Feff Campus, la scuola di giornalismo per giovani talenti (5 asiatici, 5 europei) capitanata dal tutor Mathew Scott e sostenuta da China Daily, China Film Insider, Eastern Kicks, Taiwan News e The Jakarta Post. Dal 30 giugno al 2 luglio, inoltre, troverà spazio online Focus Asia, cioè l’area Industry del festival, con la sezione Far East in progress (la prima e unica piattaforma europea dedicata ai film asiatici in post-produzione), il project market e un ricco programma di webinar.

Pass virtuali

Il pubblico di quest'anno, avrà l’opportunità di scegliere se vivere l’esperienza da “turista curioso”, da “viaggiatore” o da “esploratore esperto”: ad ogni attitudine corrisponde una specifica tipologia di accredito, un vero e proprio abbonamento studiato appositamente per il web. I pass virtuali giocano con l’immaginario asiatico: Silver Ninja (9,90 euro), Golden Samurai (49 euro) e Platinum Shogun (100 euro). Tra i benefit, l’accesso a Far East Film Online: la nuovissima piattaforma di cinema asiatico, progettata dal Festival, che inizierà il proprio viaggio sabato 1° agosto con una cinquantina di titoli (evergreen e novità). Il catalogo verrà poi aggiornato periodicamente.

La programmazione

Ancora, gli organizzatori hanno messo a punto un palinsesto quotidiano, cioè una guida alla visione, ma lasceranno anche la possibilità di scegliere in piena autonomia quando guardare i film, accedendo all’apposita sezione on demand. Solo 3 titoli su 46 (I WeirDo, My Prince Edward, Better Days) andranno visti esclusivamente nella fascia oraria indicata dal programma.

Alcuni film

Il film d'apertura di quest'anno sarà "Ashfall" (pioggia di cenere), campione d'incassi in Corea del Sud lo scorso Natale. Super spettacolare, attraversato da un raffinato umorismo verbale, Ashfall è molto di più di un esplosivo disaster-movie: è un invito a riflettere sulle frontiere e sui traguardi raggiunti dai film asiatici di genere (geograficamente lontanissimi da Hollywood) e, di conseguenza, un invito a riflettere sulla società in cui viviamo.

Il film di chiusura, invece, sarà "Better Days", in anteprima europea, del regista Derek Tsang. Un dramma sul bullismo ma che anche una storia d’amore, di redenzione e di crescita. Protagonisti due ragazzi giovani, belli-e-dannati, poveri ma con un sogno. Soli ai margini di una società spietata ma anche di un sistema feroce come quello dell’educazione scolastica in Cina. Il temutissimo esame "gaokao" per l’ammissione all’università nazionale fa da sfondo alla vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante il festival, poi, si potrà vedere Ip Man 4 (che chiude la saga iniziata nel 2008), l'ultimo film di Johnnie To - "Chasing Dream" - e The Captain (la versione cinese di Sully), oltre all'omaggio a uno dei grandi maestri del cinema giapponese: Obayashi Nobuhiko, e a tanti altri film in programma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Udinese-Parma 3:2 | Le pagelle: Pereyra il migliore, Nicolas fuori fase

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento