In prima mondiale al Feff 22 "I WeirDO", una storia d'amore con la mascherina

La pellicola che racconta la storia di due ragazzi ossessivo-compulsivi arriva da Taiwan ed è stata girata con un iPhone

Una scena del film

La pandemia ha solo rimandato il Far East Film Festival di Udine, che è pronto a dare il via alla nuova edizione che si svolgerà dal 26 giugno al 4 luglio 2020. Quest'anno, poi, sarà accompagnato dalla prima mondiale "I WeirDO", pellicola che arriva da Taiwan e che racconta una storia d'amore eccentrica.

Il film

Protagonisti sono un ragazzo e una ragazza. Lui, Po-ching, soffre di un disturbo ossessivo-compulsivo che lo obbliga a lavarsi continuamente le mani. Lei, Ching, soffre di un disturbo ossessivo-compulsivo che la obbliga a coprirsi dalla testa ai piedi come se fosse in corso una guerra batteriologica. Se per la società sono degli outsider, per il destino sono due anime gemelle che prima o poi devono incontrarsi. I due, infatti, si incontrano, dando vita a un bizzarro e complicato cortocircuito sentimentale.

Prima mondiale

"I WeirDO" è prodotto dalla Activator Marketing Company e girato interamente con un iPhone XS dall’absolute beginner taiwanese Liao Ming-yi. Vedendo questo film, sarà inevitabile fare un paragone con quello che sta succedendo nel mondo, ma la pellicola, concepita e realizzata in tempi non sospetti, non fa precipitare dentro la cronaca. Al contrario: I WeirDO la esorcizza e ci porta lontano, sia dal punto di vista emotivo (il film riflette, con leggerezza, umorismo e qualche milligrammo di dolore, su temi universali e profondi) che dal punto di vista puramente estetico (Liao Ming-yi si diverte a trasformare le tecniche di ripresa in elementi narrativi).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il festival

Come si svolgerà il festival nella sua nuova veste digitale? La sala virtuale sarà MYmovies, ma il web non sarà esclusivamente un serbatoio di titoli: sarà il punto d’incontro del popolo fareastiano, chiamato a incoronare i vincitori degli Audience Awards e chiamato attivamente a condividere, oltre alle visioni, anche i video-saluti degli attori e dei registi e i talk di approfondimento con i grandi nomi del cinema asiatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge d'acqua dolce in Friuli: ecco dove fare il bagno

  • Aumentano i contagi in Croazia: Lubiana pensa a toglierla dall'elenco dei paesi "sicuri"

  • Moto contro auto a Udine, centuaro in ospedale in gravi condizioni

  • Colto da un malore in moto, deceduto un uomo

  • Spara due volte alla moglie poi si toglie la vita, gravissima una donna originaria di Lusevera

  • Cinque camminate facili a Udine e dintorni, alla ricerca del fresco

Torna su
UdineToday è in caricamento