È uscito “Aquileia Nova IV”, “foglio del civismo culturale udinese”

Un numero unico del Fogolâr Civic racconta le intense attività e dedizione del volontariato civista locale nelle ultime sette settimane, a partire da quella delle elezioni regionali e comunali di Udine...

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

“Siamo in giugno, ossia a tre mesi dalle elezioni politiche italiane, ad uno ed oltre da quelle regionali del Friuli Venezia Giulia e da quelle comunali udinesi. Lo scenario è politicamente cambiato, non soltanto in ambito italico, ma anche transfrontaliero, alpino-adriatico, euroregionale, che dir si voglia. S'è votato anche in Slovenia. Ed ecco formarsi o forse ricomporsi per sommi capi e su temi specifici una compagine pur variegata che dall'Adriatico anzi dallo Ionio raggiunge il Baltico. Tutti sovranisti, tutti a far barricate contro l'interminabile ondata migratoria, tutti a contestare un'Europa dei banchieri usurpatrice dei diritti dei popoli. Tutti d'accordo anche sul separarsi, sul riconoscere come totalmente fittizio e infondato il legame tra le genti del Vecchio Continente, comprese quelle egregiamente integrate di recente approdo? Sarebbe un affronto alle nostre radici, quelle vere, quelle profonde, che non sono italiane od austriache, croate o ungheresi, bensì friulane, carinziane, istriane, fiumane... Radici diffuse, che s'intersecano e sfidano Stati e Nazioni. Innanzitutto l'augurio più sincero è quello che i territori della nostra piccola Europa, quella 'aquileiese', quella che per secoli ci ha affratellati sotto le insegne di un patriarcato che vorremmo rivedere laico, moderna confederazione morale e politica, tra Adriatico e Drava, anzi, come in origine, sino al Danubio, sappiano farsi davvero propulsori di una pluralistica coesione del cuore dell'Europa rispetto ai poteri forti del Continente e del mondo. Lo facciano anche coinvolgendo i rispettivi Paesi d'attuale appartenenza oppure svincolandosi dagli stessi qualora osteggiati in questo proposito. Sarebbe comunque vergognoso che i popoli di Aquileia ritrovassero una qualche affinità sull'esclusivo tema della rispettiva difesa di diritti e confini. Sarebbe la riprova dello scarso impegno delle classi dirigenti dei nostri territori, salvo degne eccezioni, nella promozione di una seria, diffusa e capillare coscientizzazione culturale, identitaria, tesa a riannodare antichi fili, a riconnettere, non solo come ambito di relazione preferenziale e di cooperazione ma anche come spazio di appartenenza, quell'Euroregione cui i nostri politici neanche sono stati capaci di dare un nome all'altezza delle sue tradizioni. L'hanno chiamata 'Senza Confini' ossia nullità, davvero un 'non luogo', realtà neutra e sterile, senza memoria e senza, perciò, un futuro consapevole! Complimenti! Bravi! Sarà il caso, allora, che la nostra Udine, rinnovati i vertici amministrativi, si rimetta a fare politica estera, come ai bei tempi, sebbene truci, in cui liberamente agiva da interlocutore internazionale! Riusciranno i nostri 'eroi', anzi vorranno, o rimarranno inchiodati alla politica della mattonella e della fontanella o dell'emergenza immigrati per la quale anche certo sono stati eletti? Volare alto! Amministrare una 'Nuova Aquileia' non è come reggere un ridente comunello senza ambizioni, senza antichi sogni nel cassetto...”. Questa, sotto il titolo “Un'Euroregione confederale per rimanere noi stessi in Europa nel segno comune di Madre Aquileia!”, l'apertura del nuovo numero unico del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic”, “Aquileia Nova IV”, “foglio del civismo culturale udinese”, apertura a firma del curatore e presidente del trentennale sodalizio, prof. Alberto Travain. La pubblicazione, uscita ufficialmente l'11 giugno 2018, nel 1035° della più antica menzione del nome di Udine, è costituita da una rassegna di vari comunicati sociali indirizzati, talvolta vanamente, alla stampa regionale, dal giorno 25 aprile, anniversario di liberazione e del “patrono euroregionale” San Marco. Eccone la sequenza: “'Resistence cuintri des cjacaris e dai imbrois': civismo udinese per il 25 aprile” (Fogolâr Civic, 25.04.2018), “A Udine celebrazioni civiche per San Marco 'euroregionale'” (Fogolâr Civic, 26.04.2018), “Ricordato a Udine chi salvò Palmanova nel 1945” (Fogolâr Civic, 26.04.2018), “Regeni come Bragadin, eroe altoadriatico ricordato a Udine nel giorno di San Marco” (Fogolâr Civic, 26.04.2018), “'Riportare l'ordine nelle scuole per riportarlo nella società!'” (Fogolâr Civic, 29.04.2018), “Travain lancia a Udine l'idea del 'Mittelball' euroregionale” (Fogolâr Civic, 30.04.2018), “'Con o contro il Comune: il civismo udinese si stringa attorno al rinnovato Arengo!'” (Fogolâr Civic, 01.05.2018), “A Udine la politica rende omaggio all'Arengo dei cittadini” (Arengum/Arengo/Renc, 07.05.2018), “Fontanini con 'Europa Aquileiensis': il candidato del centrodestra appoggiato dagli euroregionalisti di Travain” (Europa Aquileiensis, 10.05.2018), “Bando 1418: quando, in Friuli, Davide sbalzò Golia” (Fogolâr Civic, 12.05.2018), “'Castigare i superbi attraverso il voto': distribuito l'ultimo numero unico di 'Europa Aquileiensis'” (Europa Aquileiensis, 13.05.2018), “'Europa Aquileiensis' si congratula con Fontanini, 'governatore di una nuova Aquileia'” (Europa Aquileiensis, 13.05.2018), “Fogolâr Civic: 'Gli alpini non possono ritenersi incontestabili!'” (Fogolâr Civic, 13.05.2018), “Arengo udinese: la D'Aronco scrive al neosindaco Fontanini e al consigliere Martines” (Arengum/Arengo/Renc, 15.05.2018), “'Fidant te Sô onestât furlane...'. Lettera a Fontanini da 'Europa Aquileiensis'” (Europa Aquileiensis, 22.05.2018), “'Rafforzare il Friuli Venezia Giulia attraverso la scuola!'” (Fogolâr Civic, 22.05.2018), “'Dare una sonora lezione agli ubriaconi tedeschi!” (Fogolâr Civic, 22.05.2018), “Un saluto in friulano udinese per il neosindaco Fontanini” (Fogolâr Civic, 22.05.2018), “Fogolâr Civic e Academie dal Friûl scrivono a Honsell, consigliere regionale” (Fogolâr Civic, 22.05.2018), “Fontanini faccia scrivere 'Justizie par Giulio Regeni orgoi dal Friûl!'” (Fogolâr Civic, 22.05.2018), “Cittadini a Udine sotto il tiglio di Antonio Savorgnan” (Fogolâr Civic, 27.05.2018), “Lettera civica ai nuovi Consiglieri comunali di Udine” (Fogolâr Civic, 28.05.2018), “Era Fontanini: civismo udinese messo alla porta” (Fogolâr Civic, 29.05.2018), “'Da Fontanini, al momento, sinergie, non propriamente collaborazione!'” (Fogolâr Civic, 29.05.2018), “Fogolâr Civic attacca la stampa” (Fogolâr Civic, 30.05.2018), “Fontanini e Berti scrivono al Fogolâr Civic” (Fogolâr Civic, 02.06.2018), “Il 6 giugno bandiera friulana a mezz'asta sul Castello di Udine” (Fogolâr Civic, 05.06.2018), “Emozione a Udine per l'omaggio civico a Bertrando 'Patrono Civile'” (Fogolâr Civic, 08.06.2018), “'Il campo di battaglia della Richinvelda sia monumento euroregionale!'” (Fogolâr Civic, 09.06.2018).

Torna su
UdineToday è in caricamento