Dieci osterie da non perdere a Udine: i consigli

L'elenco è stato pubblicato sul blog Ritaglidiviaggio. Tra un bicchiere di vino, una partita a carte, una tartina con dell'affettato e l'Udinese guardata alla televisione un'immersione in una delle realtà cittadine più vitali

Tagli e tartine sui tavolini all'aperto "Al Cappello" © Ritaglidiviaggio.wordpress.com

Rispetto al bar - freddo e anonimo - si tratta di «qualcosa di solitamente più rustico, informale e accogliente, in cui si può bere vino – e quello della casa è spesso ottimo – e mangiare qualche piatto semplice caldo o freddo». Questo, per il blog Ritaglidiviaggio, è l’osteria a Udine. Un mondo caratteristico, irrinunciabile sia per gli udinesi che per chi viene da fuori per fare un giro nella nostra città.  «Le osterie friulane rappresentano - come si continua a leggere nel post - la cultura del bere bene – e non troppo -, ma anche quella del piacere di trascorrere il tempo in compagnia dei vecchi (e nuovi) amici». Ecco quindi una selezione dei locali da non perdere assolutamente, con le relative motivazioni. 

Pieri Mortadele, Riva Bartolini
A Udine è un’istituzione. Chiunque passi di qua deve provare a fare un salto in questa storica osteria, dove a farla da padrona è ovviamente la mortadella: nella sala sul retro ne troverete una gigante che aspetta solo di essere tagliata. L’aperitivo classico consiste in un tagliere di mortadella, magari unito a un po’ di formaggio, e un bicchiere di merlot della casa. Ma meritano anche i paninetti farciti. Non resterete delusi dall’atmosfera, conviviale e informale come in pochi altri luoghi in città. L’osteria è formato da due locali, quello dove c’è il bancone e la saletta con archi a vista nel retro, ma la clientela è talmente tanta da affollare gran parte della strada su cui si affaccia il locale.

Al Cappello, Via Sarpi
Amata dai turisti, continua ad essere frequentata anche dai locali: questa osteria in pieno centro storico pedonale ha il soffitto ricoperto di cappelli di diverse forme e colori, anche se l’attenzione dei clienti viene più spesso rapita dalla vetrina in cui compaiono sfiziose tartine con i più svariati ingredienti. Un piatto di tartine calde farcite nei modi più svariati e una bottiglietta da un quarto di litro di rosso della casa sono l’aperitivo perfetto da gustare facendo quattro chiacchere in compagnia. I posti sono pochi, spesso li troverete tutti occupati e dovrete accontentarvi di un bicchiere in piedi nell’animata piazza esterna, a due passi da piazza Matteotti, il salotto udinese.

Ai Barnabiti, Piazza Garibaldi
Uno dei miei locali preferiti. Si trova defilato rispetto al centro storico, in modo da garantire una certa tranquillità.Luci soffuse per creare la giusta atmosfera, sfizi di ogni genere da accompagnare a un’ottima scelta di vini e la simpatia dei titolari fanno di questo locale un’opzione perfetta per l’aperitivo udinese, non soltanto nel week end. Alcunepareti sono decorate con proverbi friulani e dal soffitto penzolano lavagnette con il prezzo dei vini. Il nome del locale deriva dal collegio e dalla chiesa dei padri Barnabiti, che nel 1600 diedero la disponibilità al Comune a diventare rettori e maestri delle scuole pubbliche.

Al Fagiano, Via Zanon
Un’osteria che fa simpatia appena ci si mette piede: il titolare è anche un artista e i suoi dipinti abbelliscono tutte le pareti dell’osteria. Qui ci sente come a casa, grazie all’ambiente caldo e informale. All’interno tavoli di legno e una scelta di tartine fredde: da provare quelle con prosciutto cotto e kren. Ma tutti i salumi e i formaggi sono ottimi. È l’ideale per una serata con amici in allegria, perfetto per l’aperitivo sia a pranzo che a cena. D’estate ci si può accomodare ad uno dei frequentati tavoli all’esterno.

Al Canarino, Via Cussignacco
Una delle più antiche osterie udinesi, riesce ancora oggi a mantenere il suo carattere ruspante e genuino. Gli affezionati clienti da decenni si trovano qui per giocare a carte, discutere di politica e bere un bicchiere di bianco friulano. Le specialità sono i piatti di pesce, dalle alici ai calamari ai gamberi, ma trovate anche piatti tipici come polenta e frico. Alle pareti foto e poster di vecchie glorie del calcio italiano e friulano. Una scelta originale anche per una cenetta informale tra amici.

Frasca di città, Corte Giacomelli
Seminascosta in un vicolo che sbuca sopra la roggia di via Zanon, questa deliziosa osteria offre tartine fredde e calde, paninetti e qualche piatto caldo, come il frico. Arredata in stile vintage, ha un paio di spartani tavolini all’esterno che d’estate attirano una piccola folla di affezionati avventori.

Da Pozzo, Piazzale Cella
Una delle più vecchie di Udine, riaperta nel 2012 dai proprietari di “Pieri Mortadele”, è uno dei luoghi più amati per l’aperitivo del venerdì e del sabato sera. Una bellissima ristrutturazione interna del locale è riuscita a non alterare il fascino dell’antica osteria. In alcune stanze, una delle quali dotata anche di caminetto, sono disposti i semplici tavoli di legno. Per il periodo estivo, c’è anche il giardino. È stato mantenuto anche il vecchio bancone del bar e il tipico e famosissimo angolo vendita con la pasta, le conserve e il riso. Poco fuori dal centro storico, questa osteria rimane un luogo assolutamente da provare per chi ama il tipico aperitivo friulano: un buon bicchiere di vino, accompagnato da una tartina di mortadella o prosciutto. L’atmosfera è quella giusta.

Da Brando, Piazzale Cella
Se non trovate posto “Da Pozzo”, attraversate il piazzale e provate questa autentica osteria, spartana e accogliente come quelle di una volta. Qui si viene però per mangiare piatti tipici friulani, dal frico al cotechino con brovada, fino agli immancabili salumi e formaggi. Alle pareti foto autografate di vecchie e nuove glorie della squadra di calcio della città, l’Udinese. Il servizio è cordiale, l’atmosfera davvero unica. Volete mettere la bellezza di mangiare e bere insieme agli affezionati avventori che da decenni vengono qui per giocare a carte o guardare le partite dell’Udinese?

RetròGusto, Via Valvason

Conosciuto dai più come “Le biciclette”, ha cambiato diverse gestioni, mantenendo però le stesse caratteristiche di base: prezzi bassissimi, porzioni gustose e ricche, atmosfera vintage e molto informale. Sarà per questo che è amato da avventori di tutte le età. Ai tavoli di legno all’interno o nella veranda esterna quando non fa troppo freddo si possono assaggiare focacce e paninetti farciti, patatine fritte e da poco ha fatto la sua comparsa la porchetta. Consigliato il vino della casa.

La Polse, Via Raimondo D'Aronco 
È uno dei locali preferiti dagli studenti universitari, a causa delle economiche e sostanziose bruschette, che sono il piatto forte della casa. Se volete unirvi ai giovani, accomodatevi ad un tavolo, scegliete le vostre pietanze preferite dal menù, scrivete, insieme al vostro nome, il numero corrispondente su un foglietto a disposizione sul tavolo e consegnatelo al banco. Sarete poi chiamati a gran voce quando il piatto è pronto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

Torna su
UdineToday è in caricamento