menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udin&Jazz 2012 riparte da Ground Zero: dal 20 giugno al 10 luglio

La rassegna musicale compie 22 anni e si rimette in discussione: per farlo mette a disposizione del pubblico friulano la classe di Pharoah Sanders, il rock di Chris Cornell e tanti altri

Udin&Jazz arriva al suo 22esimo compleanno con la consueta determinazione, nel segno della riflessione, della qualità, della provocazione. Da Ground Zero si riparte, per ricostruire nuove forme di pensiero libero sulle macerie di una musica di maniera e fine a se stessa; si riparte dalla grande storia del jazz (filologicamente inteso) con il ritorno a Udine del coltraniano Pharoah Sanders dal fraseggio libero e rotondo, come rotondo è il vinile delle radici del jazz che appare nella nostra immagine grafica... Rotondo come l’urlo sofferto del solitario grunge di Chris Cornell e della rabbia spontanea della rivelazione italiana dell’Hip Hop, Marracash, passando dalla romantica e vulcanica nostalgia Vintage di Nina Zilli.

Grande attenzione e spazio ai nostri grandi talenti, con la prima assoluta del nuovo progetto del Tinissima 4et di Bearzatti, dedicata al grande genio del jazz più libero, Thelonious Monk; con l’irruenza delle radici più profonde del nuovo viaggio musicale dei Red Devils di Claudio Cojaniz, nuova produzione Euritmica; e con le contaminazioni tra nord Africa e cultura europea del sound sofisticato e inaudito dell’oud di Dhafer Youssef.

Perché “jazz” non sia solo una definizione di stile, ma una forma di pensiero, un modo di “sentire”, un’espressività creativa che esplode in un attimo, come reazione a qualcosa di omologante di cui ci si vuole liberare, ognuno col proprio linguaggio.

IL PROGRAMMA COMPLETO DI UDIN&JAZZ 2012

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento