menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Michelangelo: una prima assoluta al Giovanni da Udine per Mittelfest

Una sinergia tra Italia, Croazia e Slovenia, per il festival internazionale che si svolge a Cividale del Friuli dal 12 al 20 luglio. Devetag: "Un modello di coprudizione transfrontaliera"

«Una positiva dimostrazione di collaborazione tra due importanti istituzioni della nostra Regione in una sinergia internazionale: un modello di coproduzione transfrontaliera a sostegno della cultura teatrale in un momento di grave crisi economica». Così Antonio Devetag, direttore generale Mittelfest e Tarcisio Mizzau, presidente della Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine commentano un evento che segnerà l’estate culturale regionale, e udinese in particolare, nell’ambito di Mittelfest 2013, in programma dal 12 al 20 luglio a Cividale del Friuli, oltre che in altre località del Friuli Venezia Giulia.

Mittelfest dà il benvenuto al ventottesimo membro della UE con un omaggio alla Repubblica di Croazia dove spicca la coproduzione tra Croazia, Italia e Slovenia “Michelangelo”, che unisce gli sforzi produttivi del Teatro nazionale croato di Zagabria, Mittelfest e Pandur. Theaters di Lubiana. Nella serata di venerdì 12 luglio, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, coproduttore di sede dello spettacolo, ospiterà la prima assoluta di questo importante evento culturale e spettacolare firmato da un regista esaltante, ardito e visionario come Toma? Pandur che ha forgiato per la scena la scrittura del più importante drammaturgo croato del Novecento, Miroslav Krle?a (1938 – 1981) autore di “Michelangelo Buonarroti”.

Il Michelangelo di Pandur reinterpreta i toni forti di Krle?a che narra la vita tormentata del maestro rinascimentale impegnato a realizzare gli affreschi del Dies Irae della Cappella Sistina che rappresentano anche un mondo che si sta avviando verso il tramonto. Lo spettacolo, però, si trasferisce anche su un piano di grande impatto emotivo che proietta il testo in una dimensione ricca di tensioni contemporanee, volte ad evidenziare la dialettica fra arte, storia e vita. Il dramma è infatti incentrato su una mattina d'estate in Sistina mentre Michelangelo, dipingendo il Giudizio Universale, combatte senza sosta con le sue visioni, nell’eterna lotta tra il Male e il Bene tra il Creatore e Lucifero. La figura del grande artista tratteggiata dal regista sloveno diventa il simbolo per la ricerca dell'Uomo Nuovo, universale e finalmente libero, non più legato dalle apparenze del tempo e dello spazio. Krle?a in Michelangelo Buonarroti espone la tesi che l'uomo ha creato Dio, e non il contrario.

Il cast dello spettacolo unirà in scena alcuni tra i migliori attori di Croazia e Slovenia. Protagonista è l’attore Livio Badurina nel ruolo di Michelangelo, affiancato da Alma Prica, Iva Mihali?, Ivana Boban, Damir Markovina, Kristijan Poto?ki, Andrej Dojki?, Tomislav Krstanovi?, Romano Nikoli?, Ivan O?egovi?, Adrian Pezdirc, Jure Radni?. Informazioni su www.mittelfest.org

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento