Latisana, 10 giorni di cultura da Dante alla Grande Guerra

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Latisana
  • Quando
    Dal 20/05/2015 al 30/05/2015
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Nel 2015 non si celebra soltanto l’inizio della Grande Guerra: quest’anno infatti ricorrono anche i 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri, unanimemente riconosciuto come uno dei Padri della Patria Italiana e sostenitore dei valori di unità nazionale tanto da essere coinsiderato in qualche modo un “irredentista ante litteram”: prova ne è il canto 9 dell’Inferno in cui il Poeta individua nell’istriana Pola il confine naturale a Nordest dell’Italia.
Ed è così che le due ricorrenze si intrecciano a Latisana dando vita, fra il 20 e il 30 maggio, a una ricca serie di iniziative culturali - mostre, convegni, spettacoli, incontri pubblici e rievocazioni storiche – raccolte sotto il titolo “Dal Dante irredentista alla Grande Guerra” e ideate dal Comitato Inediti Pirandelliani con la collaborazione del Comune di Latisana (UD).

“Celebrare il centenario della Grande Guerra è quasi un atto dovuto e insieme un onore per la nostra città – sottolinea Lauretta Iuretig, Consigliere Delegato alla Cultura del Comune.  Latisana ha vissuto in prima persona il dramma di migliaia e migliaia di soldati che qui trovarono ricovero dai campi di battaglia e sono tanti i nostri concittadini che hanno sacrificato la loro vita. In questo particolare momento però vogliamo ricordare anche Dante, simbolo supremo della patria, cui renderemo omaggio intitolando alla sua memoria i giardini dell’Odeon. Dante è il sommo rappresentante della patria, dell’unità, dell’esilio, diventando una sorta di lume per tutti profughi”.


Il tema della Grande Guerra
Il 20 maggio inaugureranno alcune mostre in cui sarà possibile ammirare lettere, cartoline postali, raccolte private di medaglie, francobolli, monete e preziosi cimeli appartenuti ai grandi eroi della Prima Guerra Mondiale: fra questi anche un salvagente del “Pullino”, il sommergibile comandato da Nazario Sauro, e una bussola della “Corazzata Maria Teresa” (flotta austro-ungarica 1915-1918).  Di particolare interesse anche un carteggio inviato dallo scrittore e letterato Renato Serra alla famiglia proprio da Latisana prima che lo cogliesse la morte sul monte Podgora nel 1915.

Il 23 e 24 maggio si svolgerà un convegno dedicato alla Prima Guerra Mondiale cui parteciperà fra gli altri il professor Louis Godart, Accademico dei Lincei, Consigliere del Presidente della Repubblica per la Conservazione del Patrimonio Artistico del Quirinale nonché professore ordinario di Filologia Micenea dell’Università Federico II di Napoli, e l’ammiraglio Romano Sauro, discendente di Nazario Sauro.

La sera del 23 maggio in Piazza Caduti della Julia saranno onorate tutte le vittime della Prima Guerra Mondiale con una Preghiera alla Madonnina della Pace nelle lingue dei Paesi coinvolti e una cerimonia ufficiale. Il 24 maggio invece andrà in scena lo spettacolo “Una Croce sul Carso” di Angelo Bertoli, pièce teatrale in prima esecuzione contemporanea a cura di PierPaolo Sovran.

Domenica 30 maggio conclusione della manifestazione con la rievocazione storica “Vita da Soldato” – allestimento di un campo militare dell’epoca e rappresentazione di scene di vita e di addestramento delle truppe.


Gli omaggi a Dante
Il 21 e 22 maggio saranno invece dedicati a celebrare la memoria di Dante con due convegni a tema, cui parteciperanno alcuni fra i massimi esperti e studiosi italiani del grande poeta.

Sempre il 21 maggio sarà attivo anche un Ufficio Postale per il rilascio di un annullo filatelico speciale dedicato all’autore della Divina Commedia e sarà predisposta una cartolina numerata. Alle ore 18,00 cerimonia di intitolazione del giardino pubblico di Latisana a Dante Alighieri.

Il 21 maggio andrà anche in scena al teatro Odeon “Dantis Amor”, spettacolo scritto e diretto da PierPaolo Sovran e Davide Sciuto con la partecipazione dell’attore Gianni Nistri e la musica di Marco Querzola.

Ricordando Pirandello
Alcune iniziative in programma sempre nell’ambito della manifestazione “Dal Dante irredentista alla Grande Guerra” celebreranno inoltre un altro grande maestro della letteratura Italiana, Luigi Pirandello. Pittore talentuoso, lo scrittore lasciò molte preziose testimonianze di una passione per l’arte che lo accompagnò per tutta la vita e che, in più occasioni, gli offrì rifugio e conforto dai problemi di una vita spesso difficile e tormentata.

Il 21 maggio sarà inaugurata un’esposizione di quadri opera di Luigi Pirandello e della sorella Lina, foto e documenti pirandelliani di pregevole interesse. All’inaugurazione sarà presente come ospite d’onore anche la professoressa Renata Marsili Antonetti, pronipote dello scrittore.

Il 22 maggio sarà invece la volta di un convegno rivolto agli studenti e agli insegnanti delle scuole superiori nel corso del quale verranno interpretati alcuni brani di “C’est ainsi”, commedia musicale inedita di Pirandello a cura della scuola Comunale di Musica di Latisana.  Esecuzione dei Maestri Walter Cragnolin sassofono e Marius Bartoccini.

Tutte le manifestazioni saranno aperte al pubblico con ingresso gratuito.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • Solidarietà, a Lignano Pineta torna la Corsa delle Rose

    • 18 aprile 2021
    • Lignano Pineta
  • Le semplicità complesse della Udine Design Week, al via la quinta edizione

    • dal 2 marzo al 16 aprile 2021
    • Centro storico

I più visti

  • Antichi abitatori delle grotte in Friuli

    • dal 3 marzo 2021 al 25 febbraio 2022
    • Castello di Udine
  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • "Teatro in direttissima", nasce la stagione degli spettacoli sui palcoscenici virtuali

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 15 giugno 2021
    • pagina Facebook Palcoscenico Fita-Uilt
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    UdineToday è in caricamento