Remo Anzovino a Lignano Sabbiadoro: "è come tornare a casa, ci sarà magia"

"Suonare il piano è una cosa che ha a che fare con tutti i nostri sensi e tutte le parti di noi". Remo Anzovino suonerà a Ferragosto all'Arena Alpe Adria

Remo Anzovino in concerto

Remo Anzovino torna con la sua musica in regione: questa volta l'appuntamento è serale ed è previsto sabato 15 agosto per le 21 a Lignano Sabbiadono in Arena Alpe Adria per la rassegna Nottinarena, organizzata da FVG Musiclive. Un ritorno atteso, dopo il concerto inserito nel No Borders Music Festival.

"Sono molto emozionato, penso che ci sarà molta magia. C'è sempre l'idea di fare poche cose, ma che siano particolarmente significative e quando vengo in Friuli Venezia Giulia sento sempre questa sensazione di tornare a casa e trovare un'energia sincera del pubblico.. un'energia che trasporto in sala di registrazione".

Remo Anzovino è sempre molto atteso, ad ogni suo ritorno in regione. Ma in questo momento, in questa estate segnata da un'emergenza sanitaria che ci sta segnando psicologicamente e fisicamente, lo è forse ancora di più. In tutta Italia, come in Friuli Venezia Giulia, sono state tante le persone che lo hanno seguito sui social durante il lockdown e che hanno aspettato il momento di vederlo dal vivo. 

"Essere in tour è bellissimo e devo dire che durante il lockdown ci speravo... ma essere in giro per l'Italia, in quest'estate molto strana, è stupendo e mi sento privilegiato. sono sempre molte le persone che mi ringraziano, alla fine dei concerti, per il diario sonoro, un progetto audiovisivo pensato per far viaggiare con la testa le persone mentre non lo potevano fare in altro modo".

Il concerto

A Lignano il live, previsto per le 21 nell'Arena Alpe Adria (prenotazione obbigatoria dopo aver scaricato l'app Eilo) sarà pensato appositamente per il luogo e l'orario. "L'Arena è un posto che trovo perfetto per la mia musica e sarà molto diverso dai concerti fatti finora perché nei live cambiano i sentimenti di percezione a seconda del luogo e l'orario".
"Sicuramente farò un concerto che riunirà il mio percorso, dai dischi alle colonne sonore cinematografiche, ma in cui considererò moltissimo l'elemento del mare e della notte. Un concerto dedicato anche al movimento del corpo: la testa e i piedi saranno liberi!". La raccomandazione, che arriva direttamente dal compositore pordenonese, è di lasciare spazio alla fantasia, facendosi coccolare dalle note che arrivano dal suo pianoforte. "Suonando mi rendo conto di coinvolgere tutte le parti di me, dal fisico al cuore, dalla testa allo spirito... e penso che chi ascolta lo capisce. Sono sicuro che succederà anche a Lignano, dove ci sarà molta magia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento