La nona di Beethoven, per la prima volta in Carnia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La musica come messaggio universale di gioia, fratellanza, unità, solidarietà, per una riflessione sui valori e sui potenziali dell'Europa di oggi e di domani. È questo il significato portante del grande evento che avrà luogo a Tolmezzo, all'Auditorium Candoni, domenica 4 settembre alle ore 20.45, con l'esecuzione - per la prima volta in Carnia - della Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven. Capolavoro assoluto della storia della musica di tutti i tempi, Inno europeo dal 1972 e Memoria del mondo Unesco dal 2011, la Sinfonia Corale, come viene nominata per il quarto sublime movimento che la compone, scritto sulle parole dell'Ode "An die Freude" (Inno alla Gioia), di Friedrich von Schiller, è l'appuntamento clou della programmazione di settembre della rassegna Carniarmonie, il festival delle Alpi carniche che giunge brillantemente quest'anno alla sua venticinquesima edizione.

Chiamati ad eseguire quella che Wagner definì "Il vangelo umano dell'arte dell'avvenire", una compagine orchestrale e vocale di tutto prestigio, con l'Orchestra di Padova e del Veneto, il Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell'Oste, ed una rosa scelta di voci soliste: il soprano Annamaria dell'Oste, il mezzosoprano Cristina Sogmaister, il tenore Omar Jokhadze ed il basso Raffaele Costantini.

Direzione affidata alla bacchetta di Marco Angius, figura di spicco nel mondo della musica classica e contemporanea, già direttore d'importanti orchestre come l'Ensemble Intercontemporain, la Tokyo Philharmonic, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e diverse altre. Dal 2015 ricopre l'incarico di direttore musicale e artistico dell'Orchestra di Padova e Del Veneto.

«La Nona Sinfonia di Beethoven come stimolo alla riflessione sull'Europa di oggi e di domani - commenta il direttore artistico di Carniarmonie Claudio Mansutti - per un appuntamento nato il collaborazione con l'Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. La musica può farsi portatrice di valori universali e di princìpi oggi quanto mai necessari per un vivere virtuoso, come la condivisione, l'assistenza, il saper fare squadra, attraverso un approccio carico di speranza e felicità, come recita l'Ode del finale. Un invito rivolto alla gioia vera, capace di conferire energia e calore all'esistenza».

L'acquisto dei biglietti, proposti ad un prezzo simbolico (10 euro l'intero e 7 il ridotto), per la Nona Sinfonia di Beethoven di domenica 4 settembre all'Auditorium di Tolmezzo, sarà possibile a partire dalle ore 19.30 nella sede del concerto.

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento