Dissonanze non si ferma: sul palco del S.Giorgio ElektroGuzzi e RocketNumberNine

La rassegna Dissonanze procede a gonfie e vele. Dopo il successo di sabato scorso con Calcutta, ecco una nuova serata al Teatro S.Giorgio , domenica 24 gennaio con due delle migliori band techno/elettronica della scena: ElektroGuzzi e RocketNumberNine. Gli Elektroguzzi vantano numerose collaborazioni, tra cui Four Tet e Radiohead. Una serata sicuramente da non perdere.

Elektro Guzzi: Un chitarrista, un bassista e un batterista su un palco. Nessuno strumento elettronico. Che cosa ti puoi aspettare da una formazione del genere? Niente rock, indie o metal. Bernhard Hammer, Jakob Schneidewind e Bernhard Breuer, in arte Elektro Guzzi, suonano minimal techno dal vivo. Sfidando qualsiasi preconcetto di come la techno possa essere eseguita live, decidono di “trasformare” loro stessi in macchine in grado di filtrare il suono. Non hanno armi segrete, nessun computer con materiale già pronto, niente loop o overdub.
In poco tempo il trio viennese ha catturato l’attenzione di tutti, la loro performance al Sonar 2010 è stata osannata dai presenti e il loro album di debutto, prodotto con Patrick Pulsinger per l’etichetta berlinese Macro Recordings, ha ricevuto consensi da tutta la critica.
Minimal techno affilatissima, avvolgente, ipnotica, con un groove a dir poco micidiale e una capacità di introspezione mentale rara.
L'interazione tra i tre musicisti ed il loro pubblico è la cosa che conta davvero quando gli Elektro Guzzi si esibiscono.
Il loro motto? “You hear it, you witness it, and you dance!
(da dancity.it)

RocketNumberNine: A due anni dal loro secondo album “MeYouWeYou” i due fratelli londinesi Ben e Tom Page annunciano il loro ritorno all' impro col loro nuovo split in vinile “Two Ways'”. Appena tornati dal loro tour mondiale con Neneh Cherry (che ha deciso di far suonare i fratelli nel suo “Blank Project Album”) e James Holden (che ha chiamato Tom Page alla batteria per il suo nuovo Tour ) i RocketNumberNine sono pronti a ritornare alla realtà simbiontica dove tutto cominciò. Registrato in soli due giorni nello studio di Holden a Londra, “two Ways' 12” cattura il picco della forza performantiva dei due fratelli, adesso che al tocco jazz della batteria di Tom e al suono 90' delle tastiere di Ben si sono unite le nuove perscussioni del nuovo drum sinth di Tom.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Antichi abitatori delle grotte in Friuli

    • dal 3 marzo 2021 al 25 febbraio 2022
    • Castello di Udine
  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • "Teatro in direttissima", nasce la stagione degli spettacoli sui palcoscenici virtuali

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 15 giugno 2021
    • pagina Facebook Palcoscenico Fita-Uilt
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    UdineToday è in caricamento