"Il club della risata" all'Aspic Fvg

Il riso come arte del vivere meglio, del vivere bene; una pratica che è necessario coltivare ed educare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Ridere è considerato oggi il modo più semplice ed economico per raggiungere il benessere fisico e mentale, tanto nella vita personale quanto in quella lavorativa. A partire dal 5 giugno, ogni lunedì dalle 20.30 l'Aspic (Associazione per lo sviluppo psicologico dell'individuo e della comunità) offre nella propria sede a Udine, in via G. Tullio, 13, incontri gratuiti con Il Club della Risata. Per informazioni: segreteria 0432 547168, info@aspicfvg.it, www.aspicfvg.it. Da banale gesto a reale toccasana, il riso ha acquisito reale rilievo scientifico. Sono molteplici i benefici della risata: rilascia endorfine, aiuta a prevenire malattie cardiovascolari, a tenere il cervello allenato, a contrastare ansia e depressione e ancora molto altro. Le counselor Marzia Miccottis e Claudia Mele, portano nel territorio udinese l'insegnamento del Dott. Madan Kataria, medico allopatico di Mumbai (India). Fondatore del Laughter Club International e dell'International School of Laughter Yoga, catalizzatore di oltre 6000 Laughter Clubs in più di 60 Paesi nel mondo tra India, Asia, Usa, Australia, Europa e Africa, Madan Kataria, ha sviluppato la pratica dello Yoga della risata unendo le conoscenze in campo medico a quelle dello Yoga. Dal 1995 insegna come armonizzare le antiche pratiche Yoga con la scienza del ridere, al fine di contrastare gli effetti negativi dello stress e per raggiungere una pace mentale, migliorando i rapporti interpersonali e contribuendo a promuovere la Pace Mondiale attraverso la risata. Ha istituito infatti, la Giornata Mondiale della Risata (World Laughter Day) che si celebra ogni anno la prima domenica di maggio. Ridere di gusto, con gli occhi e con il corpo, aprirsi in una risata solare e disinibente. Il riso si dimostra come arte del vivere meglio, del vivere bene; una pratica che è necessario coltivare e talvolta addirittura educare.

Torna su
UdineToday è in caricamento