Cinema Centro / Via Trento, 4

Udine Far East Film Festival: in arrivo l'edizione numero 17

Presentata ufficialmente la rassegna, che si svolgerà tra il Teatro Nuovo e il cinema Visionario dal 23 aprile al 2 maggio. Sono 70 i film in cartellone. Per la prima volta a Udine una pellicola proveniente dalla Cambogia

Tutto pronto a Udine per l’edizione numero 17 del Far East Film Festival, la rassegna dedicata al cinema popolare dell'Estremo Oriente, in programma nel capoluogo friulano - tra il Visionario e il Teatro Nuovo - dal 23 aprile al 2 maggio. L'evento è stato presentato oggi da Thomas Bertacche e Sabrina Baracetti del Centro espressioni cinematografiche. L’associazione organizzatrice ha il sostegno di numerosi sponsor privati e pubblici, tra i quali il Comune di Udine e la Regione Friuli Venezia Giulia, intervenuti con il sindaco Furio Honsell e l'assessore alla cultura della Regione, Gianni Torrenti.

I PRIMI NUMERI. Sono settanta i film in cartellone - da 11 cinematografie diverse -. Ci saranno più di 10 anteprime internazionali, oltre 25 europee, quattro documentari in una nuova apposita sezione, due film restaurati e la prima pellicola dalla Cambogia, "The Last Reel", della regista debuttante Sotho Kulikar. 

APERTURA IN MUSICA. Ad aprire la rassegna, nella sede del Teatro Nuovo, sarà il concerto - sold out da tempo - del compositore, pianista, direttore d'orchestra e regista di fama internazionale Joe Hisaishi, per la prima volta in Italia. 

LE PELLICOLE IN ARRIVO. «Il festival vedrà il ritorno di Donnie Yen - ha precisato Baracetti - uno degli attori più acclamati in Cina e a Hong Kong, che interpretò il ruolo di maestro di Bruce Lee in 'IP Man’». Tra le altre pellicole, "Parasyte: part 1" e "Parasyte: part 2", sci-fi horror di Yamazaki Takashi (trionfatore dell'ultimo Audience Award udinese con "The Eternal Zero"), una sezione speciale dedicata alle martial arts hongkonghesi, il thriller "Helios" di Longman Leung e Sunny Luk, che il pubblico del Far East Film 17 potrà ammirare in contemporanea con Hong Kong. «La caratteristica peculiare di questo festival - ha spiegato Baracetti - è indagare le cinematografie d'Oriente raccontando i blockbuster, film che raggiungono cifre incredibili al box office». Come il super kolossal film di apertura, "Dragon Blade", racconto epico in cui una sperduta legione romana si dirige verso Oriente e si trova sperduta in Cina dove incontra e comincia a conoscere etnie diverse. E anche il film di chiusura "The Taking of Tiger Mountain", firmato dal regista Tsui Hark, ha registrato il decimo incasso di sempre nel cinema cinese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udine Far East Film Festival: in arrivo l'edizione numero 17

UdineToday è in caricamento