Film sulla montagna, via alla rassegna all'auditorium Menossi di Udine dall'8 febbraio al 14 marzo 2014

La 6^ circoscrizione del Comune di Udine, in collaborazione con il Dopolavoro Ferroviario e la Società Alpina Friulana di Udine, propone l’attesa rassegna dei ‘Film della montagna’ con sei serate dedicate ai protagonisti dell’alpinismo e delle avventure in alta quota. Da venerdì 8 febbraio e fino al 14 marzo, l’auditorium Menossi presenterà, per la XXX edizione della rassegna, filmati e documentari di alta qualità sulle grandi imprese in montagna ma anche serate dedicate alle testimonianze dirette con ospiti che intratterranno di volta in volta il pubblico con i racconti delle loro indimenticabili esperienze.

A inaugurare il programma, venerdì 7 febbraio alle 21, sarà la guida alpina della scuola di alpinismo ‘InMont’ di Gemona del Friuli, Guido Candolini, che presenterà il documentario ‘Però Perù… punti di vista diversi’. A seguire, il 14 febbraio, è in programma la proiezione di due filmati: ‘Rifugio’ di Vincenzo Mancuso e ‘La tela del ragno: Cesare Maestri si racconta’ di Leandro Sabin Paz. Gli appuntamenti proseguiranno poi il 21 febbraio con l’atteso incontro con l’alpinista e scrittore Alessandro Gogna, che presenterà il video ‘Montagne: usate o vissute?’. La serata del 28 febbraio proporrà al pubblico due interessanti filmati: 'Freundschaft auf Zeit' di August Pflugfelder e ‘La dura dura’ di Josh Lowell. Vittorino Mason, scrittore e alpinista di Castelfranco Veneto, località in cui svolge un’attività di promotore culturale, sarà protagonista dell’incontro del 7 marzo, dedicato al tema ‘La Natura dimenticata’. Chiuderà la rassegna una serata speciale con una triplice proiezione di filmati in programma il 14 marzo: ‘The waiting game’ di Emilio Previtali, ‘Honnold 3.0’ di Josh Lowel, Peter Mortimer, ‘Montasio, sulla Nord del Drago’ di Giorgio Gregorio.

Una tradizione che sa rinnovarsi ogni anno, con sapienti scelte di titoli, tali da garantire qualità di immagini e grande attenzione nei contenuti – sottolinea l’assessore al Decentramento, Antonella Nonino –. Un sentito ringraziamento al Dopolavoro Ferroviario e alla Società Alpina Friulana che con la loro passione e cura da 30 anni regalano a Udine questa rassegna che ci fa viaggiare con immagini inedite dei luoghi e ci fa sempre crescere attraverso riflessioni mai scontate”. Tutte le serate sono a ingresso libero con orario di inizio alle 21. 

Per informazioni è possibile contattare il PuntoInforma del Comune di Udine, in via Savorgnana 12, al numero 0432 414717/718.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Antichi abitatori delle grotte in Friuli

    • dal 3 marzo 2021 al 25 febbraio 2022
    • Castello di Udine
  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • "Teatro in direttissima", nasce la stagione degli spettacoli sui palcoscenici virtuali

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 15 giugno 2021
    • pagina Facebook Palcoscenico Fita-Uilt
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    UdineToday è in caricamento