Bilancio positivo per la Sagra del vino di Casarsa

Tredici giorni e oltre cento eventi dopo è tempo di bilanci per la 65ma edizione della Sagra del Vino di Casarsa, festa di primavera organizzata da Pro Casarsa della Delizia e Città di Casarsa della Delizia col sostegno di enti e sponsor. L'ultimo giorno di festeggiamenti il 6 maggio ha visto svolgersi l'apprezzato spettacolo pirotecnico che ha dato appuntamento al 2014

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

"Un bilancio - ha esordito Giuseppe Maccagnano, presidente della Pro Casarsa della Delizia - estremamente positivo: abbiamo dimostrato che anche con budget ridotti rispetto agli scorsi anni si può realizzare una grande Sagra, puntando sulla qualità delle proposte e sul grande e prezioso lavoro dei nostri 700 volontari, vera anima della manifestazione. La gente è venuta in Sagra e ha apprezzato gli eventi in programma: questo ha generato un ritorno per Casarsa, sia in termini d'immagine che economici, dei quali spero tutti in città possano prendere atto per sostenere ancora di più e farsi maggiormente coinvolgere in questa manifestazione che vanta oltre sei decenni di successi. Da ultimo una grande gioia per noi della Pro Casarsa della Delizia: l'Associazione nazionale Città del Vino, della quale fanno parte i Comuni dei territori vitivinicoli, per la prima volta nella sua storia ha accettato noi, una Pro loco, come suo membro, dandocene notizia nella cena del gemellaggio con la delegazione romagnola di Bertinoro".

"Casarsa - ha aggiunto il sindaco Lavinia Clarotto - si è confermata città ospitale, sia con la citata Bertinoro che con la slovena Idrija, oltre che con tutte le persone venute qui durante la Sagra. Le novità logistiche e di programma iniziate con questa edizione hanno funzionato e ci spronano per gli anni a venire, mantenendo comunque saldo il legame con gli aspetti tradizionali della festa. Anche io ringrazio i volontari, sempre tanti ed encomiabili, e i dipendenti comunali, che hanno prestato servizi straordinari per la riuscita della manifestazione".

DATI AFFLUENZA

Migliaia le presenze a Casarsa durante le giornate di festa (un numero attestatosi come nelle precedenti edizioni verso i 200 mila). Tra i giorni più "gettonati" quello del Primo maggio, quando al mattino si è registrato il record di partecipanti alla Maratonina e Marcia del Vino con oltre 1300 atleti ai quali si sono aggiunti i 200 corridori del raduno cicloturistico, flusso di visitatori che si è poi ingrossato nel pomeriggio. E poi le oltre mille persone presenti all'inaugurazione ufficiale del 25 aprile svoltasi sul palco in piazza, le oltre 400 persone partecipanti al Festival della danza, le 100 persone alla cena del gemellaggio con Bertinoro il 4 maggio, altra giornata segnata da una grande affluenza. E poi le presenze nei chioschi, al Salone dei Vini e nei concerti e spettacoli di strada, alle mostre tra cui quella fortunata a palazzo Burovich degli Artisti per il Noce. Il 28 aprile da segnalare infine le oltre 200 persone presenti all'incontro con Tiziana Stefanelli, la vincitrice di Master Chef.


DATI CONSUMI ENOGASTRONOMICI

Durante i 13 giorni di festeggiamenti nei 9 chioschi gestiti dalle associazioni locali, che con essi autofinanziano la propria attività lungo il resto dell'anno, sono state consumati oltre 100 quintali di alimenti tra carni da fare alla griglia, polenta, fagioli, patate, gnocchi (dati forniti da Coop Casarsa fornitrice di gran parte dei chioschi). Nell'enoteca Salone dei Vini, dove erano presenti le etichette di 30 cantine friulane, romagnole e del resto d'Italia, sono stati serviti oltre 3 mila degustazioni, senza contare le migliaia di bottiglie di vino aperte nei citati chioschi vicino alle bottigliette d'acqua (più di 12 mila) e bibite alla spina. Dato al quale vanno ad aggiungersi le consumazioni nei bar, pizzerie e ristoranti casarsesi.

DATI VOLONTARIATO E AZIENDE

Oltre 700 i volontari che hanno prestato il loro operato gratuito per l'organizzazione e gestione della Sagra e dei chioschi. Circa 100 gli hobbisti presenti nei mercatini di via Menotti. Nel Luna park erano presenti 43 attrazioni mentre gli espositori nella Fiera di primavera (ospitata nella cantina La Delizia) erano 45. Una trentina gli ambulanti presenti. Ben 200 le aziende che hanno beneficiato del volano economico indotto dalla Sagra del Vino.


DATI COMUNICAZIONE

Oltre ai 30 mila programma cartacei distribuiti in tutto il Friuli e vicino Veneto e ai numerosi articoli dedicati dai media, grazie alla pagina ufficiale di Facebook si è registrata una portata di oltre 12 mila utenti che hanno visualizzato durante la Sagra gli aggiornamenti costanti sui festeggiamenti (aggiornamenti realizzati anche su Twitter, Google + e Pinterest). Su Instagram ben 228 foto sono state taggate con l'hashtag ufficiale #instasagram collegato al contest fotografico che ha visto assegnare buoni, offerti dallo studio Molinari fotografo, per la stampa di fotografie a 10 utenti della nota app. Ben 9 mila le visite al sito www.procasarsa.org durante i festeggiamenti.


ORGANIZZATORI

La Sagra del Vino di Casarsa della Delizia è stata organizzata dalla Pro Casarsa della Delizia e dalla Città di Casarsa della Delizia. Gode del patrocinio dell'Ersa e del marchio Tipicamente friulano dell'Assessorato alle politiche agricole della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, che crede nell'opera di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche locali portata avanti dalla manifestazione casarsese. L'evento gode inoltre del contributo di Provincia di Pordenone, Associazione regionale tra le Pro loco del Friuli Venezia Giulia e Consorzio tra le Pro loco del Sanvitese e del Sil, Viticoltori friulani La Delizia (che fondarono la Sagra 65 anni va), Friulovest banca, Coop Casarsa, Ambiente Servizi, Unpli, Associazione nazionale Città del Vino.

Torna su
UdineToday è in caricamento