rotate-mobile
Eventi

Grandi concerti, Udine vuole essere di nuovo protagonista

Pubblicato un bando per raccogliere le manifestazioni di interesse degli operatori del settore. Pirone: “Vogliamo verificare se ci sono operatori interessati a organizzare un programma stabile di eventi attraverso una convenzione triennale con il Comune”

Sarà di nuovo tempo di concerti e grandi eventi musicali a Udine? Il Comune sembra intenzionato a fare in modo che possa succedere di nuovo che grandi gruppi o cantanti  - Madonna, Bruce Springsteen, Coldplay, Pink Floyd, Red Hot Chili Peppers, Bon Jovi, Ac/Dc, Metallica e Vasco - possano tornare a esibirsi in città. Proprio per rinverdire l'epoca dei grandi concerti, l'amministrazione ha pubblicato in questi giorni un “avviso esplorativo finalizzato alla raccolta di manifestazioni di interesse per la programmazione di concerti e spettacoli presso gli spazi cittadini”. Cosa succede in concreto, traducendo dal linguaggio della burocrazia? Con questo obiettivo l'amministrazione comunale si prepara a mettere in gioco i suoi spazi più ambiti, a cominciare dal nuovo stadio “Friuli”, a cui si aggiungono il piazzale del Castello, piazza Primo Maggio, il Teatro Nuovo e il rinnovato palasport Carnera, che dopo l'odissea dei lavori di sistemazione dovrebbe essere disponibile a breve

TERMINI E REQUISITI. Il bando, che sarà aperto fino al 12 ottobre, si propone di sondare la disponibilità degli operatori interessati a partecipare a un'eventuale successiva procedura, che dovrà individuare il soggetto con il quale sarà stipulata una convenzione triennale. «Ora che, oltre al Nuovo, a piazza Primo Maggio e al Castello, abbiamo a disposizione strutture all'avanguardia come il nuovo stadio e, tra non molto, il Carnera, vogliamo che Udine torni a essere un punto di riferimento del panorama musicale nazionale e internazionale – spiega l'assessore alla Cultura, Federico Pirone –. Per questo motivo vogliamo verificare se ci sono operatori interessati a organizzare un programma stabile di eventi attraverso una convenzione triennale con il Comune». L'operatore con cui verrà sottoscritto l'accordo dovrà garantire ogni anno un minimo di otto concerti o spettacoli di rilevanza nazionale o internazionale. Di questi otto eventi, almeno tre dovranno essere realizzati all'aperto nel periodo estivo.

GLI SPAZI. Come detto l'avviso include cinque spazi da destinare a concerti e spettacoli: il piazzale del Castello (capienza 3.000 persone), il Teatro Nuovo (capienza 1.200 persone), piazza Primo Maggio (capienza variabile), il palasport Carnera (capienza 3.000 circa) e il nuovo stadio Friuli (capienza 25.000 circa), che pur essendo in concessione all'Udinese Calcio è a disposizione del Comune per 15 giornate l'anno. Strutture e aree che il titolare della convenzione avrà a disposizione gratuitamente (per piazza Primo Maggio sarà concessa una riduzione del 90% sul canone Osap). Negli spazi esterni dello stadio Friuli e del palasport Carnera verranno inoltre riservati alcuni spazi per attività di merchandising e di vendita e somministrazione di cibi e bevande.

L'ESPERIENZA NECESSARIA. I soggetti che vorranno inoltrare la propria manifestazione di interesse dovranno dimostrare una solida esperienza nell'organizzazione e nella gestione di grandi concerti e di spettacoli dal vivo. In particolare dovranno dimostrare di aver realizzato, nell'ultimo triennio, almeno 20 eventi con artisti di fama nazionale e 10 di fama internazionale. Le domande di partecipazione dovranno pervenire in busta chiusa al protocollo del Comune di Udine entro le 12.15 del 12 ottobre. L'avviso pubblico e la relativa modulistica sono a disposizione sul sito www.comune.udine.gov.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grandi concerti, Udine vuole essere di nuovo protagonista

UdineToday è in caricamento