2018 da record per Avis provinciale Udine

+46% di donazioni effettuate nel 2018 dai 1092 donatori iscritti all'associazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Domenica 17 marzo al centro civico di Pertegada tutti i presidenti delle sezioni comunali dei donatori di sangue dell’AVIS della provincia di Udine si sono riuniti nell’assemblea annuale. Il dato relativo al totale delle donazioni che è emerso e che va sottolineato è il + 46% a fine 2018. Con l’impegno di tutti, dal direttivo provinciale ai presidenti delle sezioni comunali AVIS, soprattutto grazie alla disponibilità dei donatori, oltre all’efficace strumento della donazione a chiamata, del “pronto AVIS” regionale ed anche il nuovo sistema di prenotazione interno in funzione sul sito della provinciale AVIS www.avisprovincialeudine.it, si è passati dalle 1116 del 2017 alle 1619 donazioni totali a fine 2018, responsabilizzando e rimettendo in attività donatori iscritti che da tempo non donavano ed anche potendo contare su un elevato numero di nuovi iscritti. Un’ associazione, l’AVIS della provincia di Udine, che con le sue dodici sezioni comunali (Cervignano, Cividale-Premariacco, Gorgo, Latisana, Lignano, Palmanova, Pertegada, Pocenia, Precenicco, Ronchis, Strassoldo, Terzo d’Aquileia) è molto attiva proprio nella raccolta di sangue e derivati. All’assemblea di Pertegada è intervenuta la Presidente AVIS FVG Lisa Pivetta che ha espresso la propria gratitudine al Presidente Provinciale di Udine Celestino Buffon e a tutti i donatori avisini per l’impegno e i risultati ottenuti nel 2018, con l’auspicio di poter continuare senza flessioni anche nell’anno appena iniziato. L’AVIS provinciale vedrà aumentare la “famiglia” delle sezioni con l’imminente nascita della comunale di Udine, in programma nel 2019. Prossimi appuntamenti per l’AVIS: domenica 13 aprile a Precenicco l’assemblea Regionale con tutti i presidenti del Friuli Venezia Giulia.

Torna su
UdineToday è in caricamento