menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consorzi ZIU e CIPAF assieme per collaborare, sottoscritto l'accordo

Lo scopo è quello di individuare forme di collaborazione che consentano di ottimizzare le risorse disponibili di mezzi e di personale e di conseguire obiettivi di più alto respiro per entrambe le organizzazioni

Ottimizzazione delle risorse, collaborazione e sinergie, condivisione di programmi: sono queste, in sintesi, le ragioni che hanno portato i consigli di amministrazione del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Friuli Centrale ZIU e del Consorzio Industriale Pedemontana Alto Friuli CIPAF a sottoscrivere un protocollo di collaborazione.

Tale protocollo, firmato nella sede del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Friuli Centrale ZIU dai rispettivi presidenti Renzo Marinig e Ivano Benvenuti, promuove una cooperazione tra i due enti resa tanto più necessaria e opportuna alla luce della particolare congiuntura economica attuale che accentua per i Consorzi la necessità di una razionalizzazione dei costi attraverso attività finalizzate al raggiungimento di economie di scala, in particolar modo nell’ambito dei servizi Tecnico-Amministrativi.

I due C.d.A hanno ritenuto che corrisponda al comune interesse di entrambi individuare forme di collaborazione che consentano di ottimizzare le risorse disponibili di mezzi e di personale e, nel contempo, di conseguire obiettivi di più alto respiro che richiedono una sinergia di interventi ed una coesione di programmi.

In particolare i consiglieri dei due Enti hanno convenuto sul fatto che la cooperazione possa essere ricercata nel monitoraggio e nella selezione delle opportunità offerte dai programmi comunitari per la realizzazione di studi, progetti e opere di rilevante interesse per gli Enti, negli interventi migliorativi della qualità ambientale, nella concreta ed effettiva realizzazione di studi, progetti e opere e, infine, nei rapporti di collaborazione tra le strutture tecnico-amministrative.
 
Il presidente CIPAF, Benvenuti, offre una chiave di lettura al protocollo di intesa, che va al di là della semplice soddisfazione:  “Credo che sia opportuno dare anche una sottolineatura di carattere politico. I due Consorzi hanno recepito i messaggi che provengono dalla Regione sull’importanza di razionalizzazioni, sinergie e collaborazioni tra gli Enti. E quindi, tutti i risparmi che si attuano in certi ambiti di competenza possono venire utilizzati nell’ammodernamento di opere esistenti e nella realizzazione di opere nuove a servizio degli imprenditori, e più in generale, della comunità”.

Conferma il presidente della ZIU Renzo Marinig: “L’accordo prende sicuramente atto delle indicazioni espresse a livello regionale. Dalla sinergia tra i due Consorzi nasce la precisa volontà di razionalizzare i costi per essere più competitivi e per dare risposte più efficaci ed incisive ai nostri imprenditori. Unendo le forze, ZIU e CIPAF diventano una realtà con maggiore voce in capitolo e ancora più rappresentativa dell’economia regionale. Da parte nostra, poi, c’è la massima disponibilità a mettere a disposizione questa esperienza pure a tutti gli altri Consorzi Industriali del Friuli Venezia Giulia”.
La positività di questa scelta, in un momento particolarmente difficile per l’economia, è stata sottolineata, nei loro interventi, anche da Virgilio Disetti e Giovanni Claudio Magon, consiglieri rispettivamente del CIPAF e della ZIU, che hanno evidenziato “come la collaborazione possa essere uno strumento importante anche per innovativi progetti economico-imprenditoriali”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento