Un nuovo percorso per i manager del turismo di domani

Presentato oggi, in sala Tiepolo di Palazzo Caiselli, il primo master regionale in "Valorizzazione turistica dei beni ambientali e culturali", il nuovo e innovativo percorso professionalizzante per manager nel settore turistico locale e internazionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il turista moderno sceglie la destinazione in base alle esperienze; diventa pertanto necessario prospettargli e costruire prodotti turistici esperienziali segmentati per i diversi profili e provenienze geografiche.

Formare figure professionali destinate ad inserirsi, a livello manageriale, nei processi di valorizzazione turistica delle risorse ambientali e culturali operando all’interno sia di organizzazioni del macrosettore dei viaggi e del turismo, che di istituzioni deputate alla conservazione e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali (ad esempio musei, parchi archeologici, aree protette), anche in modo indipendente e professionale (come individui o in forma associata): è questo l'obiettivo del master universitario in "Valorizzazione turistica dei beni ambientali e culturali", presentato oggi nella sala Tiepolo di Palazzo Caiselli, nella sede del dipartimento di storia e tutela dei beni culturali DIBE dell'Università di Udine.

All'evento erano presenti Francesco Marangon, direttore del master e professore dell’Università di Udine, Simonetta Minguzzi, coordinatore del corso di Laurea in Scienze e tecniche del turismo culturale e Maria Chiarvesio, professore associato di economia e gestione delle imprese e delegato per l'Alta formazione e master dell'Università di Udine.

Per Marangon: «Il turismo è una risorsa importante per stimolare e sviluppare l'economia regionale e nazionale. Con questo master abbiamo puntato sul patrimonio ambientale e culturale perché queste due asset risultano essere strategici sia in Destinazione Italia che per la Regione Friuli Venezia Giulia che la scorsa settimana ha presentato il piano operativo 2015 (con le sue proiezioni anche nel biennio 2016-2017) del Friuli Venezia Giulia nel settore turistico. Come Università - ha continuato il direttore del master - abbiamo pensato fosse importante investire su una proposta formativa in grado di inserire figure altamente qualificate nel percorso di attuazione della pianificazione strategica per il settore turistico della nostra regione, ma non solo. La logica di sistema che abbiamo voluto dare al master vuole connettere il turismo alle varie attività di valorizzazione socio-economica locale, dedicando una specifica attenzione alle potenzialità delle risorse ambientali e culturali di cui l’Italia è notoriamente dotata».

Le iscrizioni al master sono aperte fino a 9 gennaio 2015.  

Le lezioni, con orario full time dal lunedì al venerdì, saranno svolte nella sede del Consorzio Friuli Formazione, partner dell'iniziativa, in via  Palmanova, 1 a Udine (UD) da fine gennaio a giugno 2015.

I destinatari sono i laureati di primo livello in qualsiasi classe di laurea ovvero i possessori di un titolo di studio conseguito all'estero valutato idoneo dal Consiglio del master ai soli fini della partecipazione al corso. Il master è inserito nel progetto “Garanzia Giovani” della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

«Nell'ambito di questa linea - ha affermato la Chiarvesio - è prevista per giovani con meno di 30 anni, laureati da meno di dodici mesi una borsa di studio a copertura parziale o addirittura totale della quota del master. Proprio per questo motivo, la questa prima edizione del master ha come target prioritario i neolaureati in qualsiasi disciplina».

Il master prevederà, al termine del percorso in aula, uno stage formativo in diverse rinomate realtà regionali ed internazionali operanti nel settore turistico.

«Molti enti ci hanno già contattato perché davvero interessati a poter intraprendere tirocini formativi con le professionalità che verranno formate all'interno del master - ha puntualizzato Simonetta Minguzzi -. Siamo attualmente ancora in fase di definizione con queste realtà. Il Friuli Venezia Giulia è un territorio particolarmente ambito da certi operatori attivi nei beni culturali di nicchia perché la nostra regione sta attuando politiche all'avanguardia a livello internazionale; ne è la riprova il recente protocollo d'intesa con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo».

«La finalità - ha chiosato Marangon - è quella di rispondere a un'esigenza del territorio offrendo una formazione professionale e manageriale attorno a un settore strategico per il territorio regionale che è il turismo».

Maggiori informazioni su: https://www.uniud.it/didattica/post_laurea/master/primo/master-di-i-livello-in-valorizzazione-turistica-dei-beni-culturali-e-ambientali

Per Informazioni:

Per informazioni sui requisiti di accesso e sulle modalità di iscrizione, è possibile contattare l’Area Servizi per la didattica - Università di Udine

via Mantica, 3 – Udine (UD)

Tel. 0432/556680 - email: master@uniud.it

Torna su
UdineToday è in caricamento