Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale fa tappa a Portogruaro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il Campus universitario di Portogruaro ospita, per il secondo anno consecutivo, la tappa triveneta del Salone della CSR e dell’innovazione sociale e inaugura, sabato 4 febbraio a partire dalle 9:30 del mattino, una serie di appuntamenti locali – dopo Portogruaro sarà la volta di Torino, Verona, Firenze, Bari, Bologna, Roma e Genova – in attesa dell’evento autunnale in Università Bocconi, a Milano. Tra gli organizzatori, il Gruppo Promotore del Salone di Milano, l’Associazione udinese Animaimpresa, Ca’ Foscari Challenge School e Fondazione Portogruaro Campus.

Giunto alla 5^ edizione, il Salone è il più importante evento italiano sui temi della Responsabilità Sociale d’Impresa e dell’innovazione sociale, occasione per condividere rilevanti esperienze imprenditoriali e del terzo settore accomunate da una comune visione sullo sviluppo sostenibile del territorio e del pianeta.

Anche quest’anno gli appuntamenti seguiranno un concept omogeneo, un fil rouge concettuale: “L’arte della sostenibilità, la bellezza del fare bene e il piacere di condividere passioni, valori, risultati: la sostenibilità come visione per il futuro. Per costruire nuove prospettive in sistemi interconnessi dove i tempi sono accelerati e solo il cambiamento è immutabile”. “Art can save us”: potremmo riprendere questo slogan riconoscendo il ruolo del processo creativo e della ricerca del bello nel condividere uno sguardo lungimirante con le persone, il pianeta, le generazioni future.

L’incontro sarà introdotto dai saluti di Massimo Forliti, consigliere delegato del Campus, Rossella Sobrero, Membro del Gruppo promotore de Il Salone della CSR e dell'innovazione sociale e Diego Zonta, Vicepresidente di Animaimpresa.

Seguiranno le testimonianze di Alessandro Marchionne, Amministratore delegato Genagricola – Gruppo Generali, Giuseppe Carletti, Presidente dell’Associazione Ubik Art, Alberto Gallina, Head of Product Compliance & Environmental Sustainability Benetton Group, Fabio Pettarin, Presidente di Tecnest, Giancarlo Broggian, Presidente di Gruppo Servizi CGN, Andrea Bravin, Amministratore delegato COMINshop, Marco Marchetti, Responsabile Marketing Aspiag Service Despar Nordest, Lucia Carlini, Responsabile CSR AcegasApsAmga - Gruppo Hera, Adele Martini, Responsabile Comunicazione Gruppo Fedon e Stefano Pellizzon, Assessore all’Ambiente e Urbanistica del Comune di San Stino di Livenza. Dieci nomi per dieci interventi da mondi differenti, profit e non profit, privato e pubblico, che si confronteranno e relazioneranno nello spirito sinergico dell’innovazione sociale. 

Interverrà, di seguito, il prof. Giuseppe Fiorentini, dell’Università Bocconi, sul tema “L’impresa sociale e la valutazione dell’impatto sociale”. La mattinata, infatti, avverrà in concomitanza con il Master in Management dell’Innovazione Sociale Strategica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Studenti universitari all’appello, ma non solo. E’ prevista, infatti, una rappresentanza di giovani del Liceo Economico Sociale C. Percoto di Udine a illustrare un originale progetto di alternanza scuola lavoro che li vede impegnati in quest’anno scolastico.

Chioserà la mattinata la prof.ssa Chiara Mio, direttrice del Master, cui sarà affidato il compito di restituire una fotografia sintetica attingendo da un ampio mosaico.

Seguiamo l’hashtag #CSRIS17VE e contribuiamo a far riecheggiare la voce di chi, portando la sua esperienza, saprà introdurci alla bellezza del “ben fare”, all’arte della sostenibilità. A partire dal nostro territorio.

Torna su
UdineToday è in caricamento