menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubare il wireless in casa: è peccato?

Secondo la Casa della Fatwa di Dubai accedere al wi-fi del proprio vicino è un peccato. Ma la religione islamica non è l'unica a pensarla in questo modo: ad aggiornare e modernizzare l'elenco dei peccati, quanto meno a discuterne, sono stati anche i portali di religione cattolica ed ebraica

Sia per bisogno che per mancanza di un’alternativa sarà sicuramente successo a moltissimi di “violare” il wi-fi dei propri vicini che, imprudentemente, non hanno impostato una password di sicurezza per la propria rete domestica.

Può capitare spesso che chi abbia cambiato casa a Udine (link per cercare case a Udine), in attesa che i tecnici allacciassero la linea telefonica e ADSL, trovasse una rete scoperta e la usasse per avere internet in casa. Ebbene se ciò succedesse a Dubai, il nuovo inquilino sarebbe ammonito dalla Casa della Fatwa, facente parte della Direzione per gli Affari Religiosi. Secondo le leggi islamiche, infatti, accedere al wireless di un vicino è peccato sia perché viola la proprietà di un altro, sia perché si espone il prossimo a seri rischi legali e di sicurezza. Chi ha subito la violazione è chiamato così a denunciare il peccatore, a meno che non sia accondiscendente e voglia consentirgli di accedere alla propria rete.
Sembrerà assurdo da parte delle autorità islamiche voler modernizzare l’elenco dei peccati contro la legge di Allah, includendo anche il furto del wi-fi, eppure non sono gli unici. Navigando su molti cattolici il problema è stato più volte sollevato, causando uno scontro di posizioni tra i più radicali e quelli più morbidi. Ma anche i portali di religione ebraica ne parlano sottolineando come se qualcuno non imposta una password alla propria rete, allora non è certamente peccato approfittarne.

In America rubare l’accesso al wireless di un vicino è illegale, anche nel momento in cui la rete non è protetta da un codice: secondo la legge degli Stati Uniti la condivisione di wi-fi non supera il rischio di essere “complice” di truffatori o hacker.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento