Economia

Poste Italiane, utile netto in crescita nel primo trimestre 2021

Tra i principali risultati del gruppo approvati dal Cda, l'utile netto a +46%. L'Ad Matteo Del Fante: «Continuiamo ad evolverci in un mondo che cambia»

Primo trimestre 2021 in forte crescita per Poste Italiane, che raggiunge un utile netto in aumento del 46% pari a 447 milioni di euro. Un risultato, questo, che riflette il trend di ripresa del settore business dopo gli stop causati dalla pandemia. Il Consiglio di amministrazione di Poste Italiane Spa, presieduto da Maria Bianca Farina, ha approvato i risultati finanziari per il primo trimestre del 2021.

Tra i risultati finanziari del gruppo, spiccano anche i ricavi che nel primo trimestre dell'anno sono pari a 2 miliardi e 900 milioni di euro. In questo ambito, i ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione hanno fruttato a 917 milioni con una crescita record dei volumi di pacchi da aziende a privati. Forte aumento anche per i ricavi dei servizi assicurativi, pari a 496 milioni di euro con un +40%. Sul fronte dei costi, quelli totali sono stati pari, sempre nel primo trimestre, a 2,3 miliardi di euro, in crescita del 3,7%

«Continuiamo ad evolverci in un mondo che cambia»

«Abbiamo avviato con decisione l’esecuzione del nuovo piano strategico 2024 Sustain & Innovate – commenta Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane –. Cogliendo opportunità di business e cavalcando il miglioramento delle prospettive economiche, abbiamo conseguito una performance finanziaria solida già nel primo trimestre. Il forte incremento dei ricavi da pacchi, ottenuto grazie al raddoppio dei volumi B2C, la continua crescita dei pagamenti con carta e il costante sviluppo della nostra attività assicurativa rafforzano la nostra determinazione ad attuare con successo il nuovo piano strategico. I risultati sono particolarmente positivi se si tiene conto che nel corso del trimestre diverse regioni italiane sono state sottoposte a misure parziali di lockdown. Ci siamo adattati e continuiamo ad evolverci in un mondo che cambia, fornendo al contempo tutti i nostri servizi con un’attenzione costante alle preferenze ed esigenze dei nostri clienti».

Pacchi e corrispondenza: «Crescita impressionante»

Crescita «impressionante» dei volumi di pacchi in tutta la gamma dei prodotti (B2C +88%; B2B +45% e C2X +41%), con ricavi da pacchi ad un livello record di 368 milioni euro (+74,5%). Poste Italiane può ora contare su un nuovo centro di smistamento automatico pacchi operativo nel Nord Italia con una capacità giornaliera di 270 mila unità. La joint venture con Sengi contribuisce, inoltre, alla diversificazione della base dei clienti con volumi internazionali in crescita (7 milioni di pacchi nel trimestre).

Acquisti sempre più online

Incremento del 51% delle transazioni di e-commerce a supporto della strategia digitale, che segue l’evoluzione delle abitudini di spesa dei clienti. In questo settore, inoltre si segnalano sia il progetto pilota sulla banda larga lanciato con successo per i dipendenti, in vista dell’estensione dell’offerta a tutti i clienti, prevista per la fine di maggio, sia il nuovo contratto siglato con Vodafone, che consentirà la riduzione dei costi del traffico nei servizi telco a partire dalla seconda metà dell'anno.

Marchio assicurativo più forte

Brand Finance Institute "Insurance 100" è stato classificato al primo posto nel mondo, per il secondo anno consecutivo, come marchio assicurativo più forte, con un punteggio del Brand Strength Index pari a 86,2 su 100 e una valutazione corrispondente della forza del marchio con un rating “AAA”

Le altre novità

Poste Italiane,inoltre, ha messo a punto una carta dedicata alla fascia di età dai 10 ai 17 anni, in materiale biodegradabile e riciclabile, con funzionalità supportate dall'app Postepay per pagamenti intelligenti, pagamenti sui mezzi del trasporto pubblico e tramite codice QR, consentendo inoltre l’accesso al programma fedeltà “ScontiPoste”.

È iniziata inoltre la distribuzione delle innovative cassette postali “smart” con sensori per la raccolta e la visualizzazione di dati atmosferici e meteorologici come la pressione atmosferica, la temperatura e l’inquinamento da polveri sottili. I dati raccolti possono essere utilizzati dalla pubblica amministrazione per la riduzione del traffico e dello smog. Gli schermi touch screen possono essere inoltre utilizzati anche per informazioni e pubblicità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane, utile netto in crescita nel primo trimestre 2021

UdineToday è in caricamento