rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Lavoro

Rallenta la crescita occupazionale in Friuli Venezia Giulia

I dati si riferiscono al terzo trimestre, ma sull'anno i numeri sono favorevoli

Rallenta la crescita dell'occupazione nel terzo trimestre 2022 in Friuli Venezia Giulia, "in linea con le tensioni sui prezzi al consumo e alla produzione". Ma, considerando l'andamento annuale, il livello occupazionale "rimane comunque elevato", trainato da industria (+4.800; +3.9%) e costruzioni (+1.160; +3.8%), e dall'export (+9.6%).

La domanda di lavoro "è ancora da record", con oltre 205.000 assunzioni (+14,3%) ed è ancora in crescita il lavoro stabile (+54.9%). Lo rileva l'Osservatorio regionale sul mercato del lavoro, secondo quanto riferisce l'agenzia Ansa. In base al report, l'economia del Friuli Venezia Giulia dovrebbe acquisire nel 2022 una crescita pari al 3,2% (contro il +7% del 2021). Nel terzo trimestre il valore dell'export regionale è pari a 5,6 miliardi, con una crescita tendenziale del 9,6%.

Nel terzo trimestre 2022 il numero di occupati è pari a 516mila, contro i 537 mila del secondo trimestre. Considerando la media dei primi nove mesi il valore dello stock di occupati si attesta a oltre 523mila, 16mila unità in più sul 2021 (+3%). Il livello dell'occupazione è anche superiore rispetto al 2019 (+16mila unità, +3.2%). A crescere, prevalentemente, è la componente maschile (quasi 291mila, +3%). Le donne, nei 9 mesi, sono 232mila, con una crescita del 3,6%. Continua – aggiunge il report dell'Osservatorio – la tendenza alla crescita dell'occupazione dipendente, che tocca quota 425mila, +17.130 unità rispetto i primi nove mesi 2021 (+4.2%); mentre si contrae l'occupazione indipendente (-0,6%). Nei primi nove mesi si riduce del 10,6% il numero dei disoccupati. Calano anche gli inattivi (-3,9%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rallenta la crescita occupazionale in Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento