menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un protocollo per migliorare l'accesso al credito alle imprese agricole

A disposizione un fondo di garanzia di circa 800 milioni di euro

Il Friuli Venezia Giulia è una delle prime otto Regioni ad aver siglato, ieri a Verona, a palazzo della Gran Guardia, l'accordo quadro che dà attuazione alla Piattaforma italiana multiregionale di garanzia.

Si tratta di un protocollo di intesa siglato con la Banca europea degli investimenti (Bei), il Fondo europeo per gli investimenti (Fei), la Cassa depositi e prestiti (Cdp) e l'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (Ismea) per migliorare l'accesso al credito alle imprese agricole e sostenere investimenti orientati ad accrescere la competitività nei settori della produzione, trasformazione e distribuzione di prodotti agricoli.

"Questo strumento - ha affermato l'assessore del Friuli Venezia Giulia, Cristiano Shaurli presente a Verona - offre una straordinaria opportunità di creare, con una nostra limitata partecipazione economica, un fondo di garanzia che si moltiplica con le risorse dei soggetti coinvolti per un totale complessivo di circa 800milioni di euro nella forma di una 'contro' garanzia illimitata offerta a intermediari finanziari, quali gli istituti di credito, per contribuire ad ampliare l'accesso al credito del settore agricolo e per dare ulteriori risposte ad un comparto che sta crescendo ma che  a volte risente ancora della crisi".

"E' una proposta innovativa - ha concluso Shaurli- che va ad integrare il grande investimento fatto dalla Regione sulla nostra legge n. 80 fondo di rotazione in agricoltura per circa 200 milioni di euro negli ultimi 2 anni componendo così un panel di opportunità importanti e complementari per le nostre aziende, per i loro investimenti e per l'accesso a credito e garanzie".

La garanzia assunta dalla nostra Regione riguarda solo i crediti concessi ad aziende aventi sede nel territorio regionale.


La presentazione ufficiale della Piattaforma è stata preceduta dalla conferenza su "Sessant'anni di Europa, sessant'anni di Politica agricola comune. L'agricoltura europea, dalle radici al futuro" in cui sono state ripercorse le tappe salienti della Pac: dai primi obiettivi fino alle evoluzioni. Il convegno ha messo in luce ancora di più l'importanza di una visione comune per affrontare le sfide del futuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento