I talenti del "Malignani" nel "Viva-io" Autostar

La concessionaria e l’istituto danno il via a un progetto triennale di alternanza scuola-lavoro. Un percorso formativo che consentirà a un team di dodici ragazzi di entrare nel mondo del lavoro ampliando ed approfondendo la preparazione fornita dal percorso scolastico

Il progetto "Viva-io" è stato presentato questa mattina nel corso di un incontro con la stampa da Andrea Carletti, dirigente scolastico dell’I.s.i.s. "A. Malignani" di Udine, Claudio Airò, direttore generale del Gruppo Autostar e Giovanni Cadamuro per il Gruppo Autostar. Viva-io, partito a marzo di quest'anno con un incontro tra i ragazzi delle classi terze - 5 dell’I.T.I. Malignani e seconde del Liceo delle Scienze Applicate e il Gruppo Autostar, vuole offrire un percorso strutturato di orientamento al lavoro integrando le inclinazioni e gli interessi dei singoli allievi. Tutto ispirato dalla filosofia della "Buona scuola", che prevede l'alternanza scuola-lavoro.

LE BASI DI VIVA-IO. Il nome assegnato al progetto suggerisce il concetto di incubatore di talenti e di professionalità. Ma esso va letto anche come viva + io, nel senso di esaltazione delle potenzialità e delle caratteristiche individuali. Dopo il primo incontro tra azienda e istituto sono state moltissime le candidature dei ragazzi, che attraverso una scheda si sono presentati motivando la loro volontà a partecipare al progetto. A concludere questa prima parte sono stati i colloqui di selezione che i ragazzi hanno affrontato con grande impegno e determinazione. Dodici i ragazzi scelti che oggi formano il team iniziale del progetto. Sette studenti dell’I.t.i. indirizzo meccanica-meccatronica e cinque studenti (quattro ragazze e un ragazzo) del Liceo delle scienze applicate, che svolgeranno uno stage all'interno del Gruppo Autostar, dal 30 maggio al 10 giugno. Terminato questo primo stage i ragazzi replicheranno l'esperienza in azienda nei due anni scolastici successivi aprendosi la possibilità di un inserimento al termine del triennio. Autostar conferma ancora una volta, con questa iniziativa, una particolare attenzione verso i giovani, cui sono dedicati gran parte dei progetti innovativi ideati e promossi dall'azienda stessa. Basti pensare agli ormai consolidati progetti Star Academy e Sales Academy. Star Academy è la prima business school nel settore automotive, nata dalla collaborazione con l'Università degli Studi di Udine e il Consorzio Friuli Formazione, che punta a offrire nuove opportunità di specializzazione e di impiego ai neolaureati dell'Ateneo friulano. Sales Academy è invece una vera e propria scuola, in grado di trovare e formare talenti della vendita, nata dall'esperienza del Gruppo e che ha visto ad oggi oltre 100 candidature, 30 i ragazzi coinvolti e 8 profili inseriti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL DIRETTORE GENERALE AIRÒ. «Ogni imprenditore ha la responsabilità sociale di occuparsi del futuro dei nostri giovani – ha ricordato Claudio Airò, direttore generale del Gruppo Autostar -. Dobbiamo sostenere le nuove generazioni a trovare il loro spazio nel mondo del lavoro aiutandoli a capire in che direzione andare. Per noi la responsabilità sociale di impresa si manifesta anche attraverso progetti come questi, basati sulla logica della reciprocità e non dell'assistenzialismo». «La caratterizzazione del nostro Istituto è la speculazione scientifica fusa con l’aspetto pratico. Studiare qui significa seminare per il futuro» - ribadisce il dirigente scolastico dell’I.s.i.s. Malignani di Udine prof. Andrea Carletti, aggiungendo che «è necessario trovare la corrispondenza tra scuola e industria. I ragazzi devono avere un chiaro segno di quale sarà la loro attività professionale anche per un inserimento immediato – come potrebbe essere per gli studenti dell’I.t.i. - o anche differito al termine degli studi universitari – come è in genere, ma non automaticamente, per gli studenti del Liceo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

Torna su
UdineToday è in caricamento