rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Danieli / Pozzuolo del Friuli

350 milioni per Danieli in arrivo dall'Europa

La Banca europea per gli investimenti ha concesso un prestito per promuovere l'economia circolare attraverso la produzione di acciaio riciclato

La Banca europea per gli investimenti ha concesso un prestito di 350 milioni di euro a Danieli, leader mondiale nella produzione di impianti siderurgici con sede in Italia. Il prestito bancario dell'istituto comunitario contribuirà a promuovere l'economia circolare attraverso la produzione di acciaio riciclato negli stabilimenti di Acciaierie Bertoli Safau S.p.A. a Cargnacco, e di Acciaierie Bertoli Safau Sisak d.o.o. in Croazia. Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa si tratta della quinta operazione siglata da Bei e Danieli negli ultimi 25 anni, per un totale di 580 milioni di euro.

Il finanziamento BEI aiuterà il Gruppo Danieli a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, contribuendo allo sviluppo di tecnologie innovative per la produzione di acciaio mediante forni elettrici ad arco e minimill. Il progetto mira anche a favorire la transizione verso un'economia circolare riutilizzando i sottoprodotti e aumentando il recupero di altri metalli dai rottami. In concreto, le risorse della BEI andranno alla progettazione e realizzazione di impianti verdi con tre grandi ricadute positive: In totale – specifica una nota congiunta Bei-Danieli – il 65% dei fondi BEI (227,5 milioni di euro) sarà destinato agli stabilimenti italiani di Danieli nella provincia di Udine, mentre il restante 35% (122,5 milioni di euro) andrà agli stabilimenti di Sisak, in Croazia. La banca dell'UE stima che durante l'attuazione del progetto verranno creati 250 posti di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

350 milioni per Danieli in arrivo dall'Europa

UdineToday è in caricamento