rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Economia

Pescatori regionali: preoccupazione per i nuovi regolamenti europei

La Cooperativa pescatori di Grado ha ospitato un incontro per discutere della questione normativa alla quale saranno tenuti gli addetti ai lavori dopo l'introduzione delle nuove regole sulla tracciabilità del pesce

I pescatori del Friuli Venezia Giulia sono preoccupati per i nuovi controlli che l’Unione Europea ha imposto alla filiera del pesce, per garantirne la tracciabilità dalla pesca fino alla vendita al consumatore. A Grado, presso la Cooperativa Pescatori, si è svolto un incontro con il consigliere regionale Roberto Marin, gli europarlamentari Debora Serracchiani e Sergio Berlato, i rappresentanti della Capitaneria di Porto, per illustrare le difficoltà cui i pescatori stanno andando incontro nell’assoggettamento al nuovo regolamento.

«Quello della tutela della qualità e della salubrità del pescato è un obiettivo senz’altro condiviso dal mondo della pesca – conferma Confcooperative Federcoopesca, che rappresenta le cooperative dei pescatori – ma la nuova normativa comunitaria impone controlli burocraticamente esosi, complessi e che stanno generando problemi di interpretazione».

Solo da pochi giorni è entrato in vigore il Regolamento comunitario 1224 e già sono numerosi i pescatori multati per errori di compilazione della documentazione. Federcoopesca, con un proprio documento, chiede una semplificazione delle procedure richieste, così da salvaguardare il consumatore evitando inutili appesantimenti burocratici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatori regionali: preoccupazione per i nuovi regolamenti europei

UdineToday è in caricamento