menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un nuovo corso per la storica distilleria friulana Domenis

La proprietà si presenta lanciando una sfida che unisce la tradizione e gli obiettivi futuri. E al prossimo Vinitaly sarà lanciato un prodotto nuovo

L'ultracentenaria distilleria Domenis avvia un nuovo corso: e lo fa ripartendo dalla tradizione insieme a una nuova proprietà che, nella presentazione odierna alla stampa, ha evidenziato i vari obiettivi di rilancio della storica azienda di Cividale del Friuli.

Si parte dal marchio. Domenis 1898, infatti, è il nuovo nome della società interessata a unire passato e presente, come sottolineato dall'amministratore unico Alain Rubeli: «Siamo rimasti affascinati dalla storia di questa realtà e abbiamo deciso di conservarne i valori del territorio, grazie anche a Cristina Domenis che rimarrà nello staff dell'azienda. Si garantirà quindi la continuità della filiera e il consumatore avrà ancora l'opportunità di apprezzare l'eccellenza dei prodotti. Il marchio scelto lega il passato e per questo abbiamo investito su ciò che è riconoscibile».

dmoenis-2-2

Obiettivi futuri: «Ripartiremo anche con un nuovo prodotto di punta - prosegue Rubeli - che sarà presentato in occasione del prossimo Vinitaly, tra un paio di mesi e si chiamerà proprio Domenis 1898. Ci rivolgiamo al mercato italiano, ma non mancheranno alcune sfide in quelli esteri per fare conoscere la nostra qualità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci sarà anche una ricaduta occupazionale, dal momento che sono stati mantenuti i tredici posti di lavoro per un made in Italy, o meglio, Made in Friuli destinato a ripartire nei territori d'origine (la struttura, infatti rimarrà a Cividale). «Sono molto soddisfatta per la continuità aziendale - afferma Cristina Domenis -. Continueremo a puntare sulla qualità, la stessa che ci ha permesso di affrontare la crisi. Abbiamo molti stimoli per portare avanti la nostra tradizione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento