rotate-mobile
Inflazione

Il Covid-19 cambia il paniere Istat

Tra i nuovi ingressi ci sono i test anti coronavirus, sia molecolare sia rapido, e quelli sierologici. Escono i cd e gli hoverboard

A causa degli effetti della pandemia cambiano le abitudini di acquisto degli italiani e di conseguenza si adegua anche il paniere Istat utilizzato per il calcolo dell'inflazione. L’evoluzione di spesa delle famiglie vede diversi nuovi ingressi per il 2022. Si va dai tamponi anti Covid ai test sierologici e al saturimetro, dalle friggitrici ad aria ai poke da asporto per quanto riguarda la gastronomia, dalle sedie per pc allo streaming della musica. In tutto sono 1.772 i prodotti elementari presi in considerazione, 31 in più rispetto al 2021.

Novità

Tra le novità anche la psicoterapia individuale, i tappetini da ginnastica e gli occhiali da lettura senza prescrizione. Ma anche il gas di città e gas naturale sul mercato libero. Contemporaneamente escono dal paniere di quest'anno i compact disk e gli hoverboard. I cambiamenti previsti nel 2022, spiega l’Istat, riflettono “la costante evoluzione dei comportamenti di spesa delle famiglie ma anche l'impatto di eventi, come la pandemia tuttora in corso, che condizionano le scelte d'acquisto e la struttura della spesa per consumi”. Non tutti i prodotti riflettono nuove abitudini d’acquisto o nuovi prodotti. Sono infatti stati inseriti nel paniere anche prodotti per migliorare la rappresentatività del paniere stesso. Come il pane di altre farine, i sostituti artificiali dello zucchero e le mazzancolle. Nel settore abbigliamento vengono inseriti anche i jeans da donna e i pantaloni corti da bambino.

Metologia

Nel paniere vengono utilizzti l’indici Nic per l’intera collettività e quelli Foi per le famiglie di operai e impiegati che contribuiscono alla misurazione dell’inflazione da parte dell’Istat. I primi svelano come l’inflazione influisce sull’intero sistema economico mentre i secondi si riferiscono ai consumi dell’insieme delle famiglie di operai e impiegati. A livello territoriale, nel 2022 i comuni che partecipano alla stima inflazionistica per il paniere Istat sono 80. Ad ogni bene o servizio viene attribuito un peso diverso in modo da contribuire al calcolo del suo valore finale, a seconda dell’importanza che ha nei consumi della popolazione di riferimento.

Ogni mese vengono raccolte  circa 30 milioni quotazioni di prezzo dalla Grande distribuzione organizzata, 392mila arrivano dagli uffici comunali di statistica, oltre 100mila direttamente dall’Istat o da altri fornitori di dati, oltre 68mila dal database sui prezzi dei carburanti del ministero dello Sviluppo Economico, 1,5 milioni dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid-19 cambia il paniere Istat

UdineToday è in caricamento