Principe e King's, due mesi per salvare le aziende

Nominati i commissari giudiziali che avranno tempo fino al 29 marzo per presentare un piano industriale a favore del gruppo Kipre

Saranno due manager a rappresentare il Gruppo Kipre nella procedura di concordato preventivo concesso dal Tribunale di Modena alla holding che controlla i marchi di prosciutti Principe e King's, con sei stabilimenti a San Daniele del Friuli, Trieste, Parma e Vicenza.

Il provvedimento

Lo ha comunicato lo stesso gruppo precisando che il manager dovrà operare di concerto con gli advisor e rappresentare le società del gruppo davanti gli organi di controllo e della procedura. La notizia arriva dopo l'ennesimo comunicato lanciato dai sindacati allarmati dal silezio del gruppo nei confronti delle istituzioni e dei sindacati stessi. 

Il piano entro fine marzo

La scadenza entro la quale i due commissari nominati dallo stesso Tribunale, Angelo Zanetti, di Modena, e Marco Zanzi, di Bologna, dovranno presentare il Piano industriale è stata fissata dai giudici al 29 di marzo, il minimo previsto dalla legge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La soddisfazione

La Kipre ha espresso poi soddisfazione per la decisione del Tribunale di Modena che le consente ora di "interloquire e confrontarsi con i soggetti interessati alle procedure di concordato preventivo", a cominciare dalle istituzioni e dai sindacati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto all'alba, la terra ha tremato anche in regione

  • Frico, polenta e salame con l'aceto: "Camionisti in trattoria" è passato in Friuli

  • Coronavirus, i positivi salgono di più del doppio rispetto a ieri

  • È mancato Cristian De Marco, il fondatore del Piccolo Coro del Fvg

  • Cenetta tra amici in appartamento, la vicina chiama la Polizia

  • Affetto da Coronavirus, si presenta in farmacia senza mascherina violando la quarantena

Torna su
UdineToday è in caricamento